Pubblicato il 20/03/2020 ore 19:50

ADDIO MOTORI TRADIZIONALI È scritto, lo sappiamo. Che piaccia o meno, le auto super sportive dalle grandi prestazioni con motori tradizionali a combustione interna sono destinate a diventare solo un ricordo. Regolamentazioni sempre più attente alle problematiche ambientali non possono che portare verso questa strada. Per rendere un piccolo tributo alle auto che presto ricorderemo soltanto come veicoli ''di un tempo'', lo studente Serkan Budur ha realizzato una concept in collaborazione con Bugatti.

BUGATTI LA FINALE, IL CONCEPT Bugatti La Finale, che rappresenta una parte della sua tesi di laurea, immagina l'ultima auto della Casa con un motore a combustione interna, rendendogli omaggio montandolo al centro del frontale sotto una copertura trasparente, di modo che questo ultimo esemplare della tecnologia che fu sia perfettamente visibile a tutti.

Bugatti La Finale: una concept per salutare i motori di un tempo

I DETTAGLI Di che motore si tratta? Di un W12 pensato appositamente, che va a sostituire il W16 quadriturbo da 8 litri di Bugatti. L'idea è quella di occupare meno spazio, oltre a essere anche decisamente più leggero. Verniciatura bicolore, vetro avvolgente, tetto angolare, prese d'aria ai lati di una pinna verticale, un grande diffusore e pneumatici su misura by Michelin: il concept generale della Finale è ispirato dalla Type 57SC Atalante, ma con una vena decisamente cinematografica che ci fa proprio venire in mente la Batmobile.

IL TRIBUTO È importante aggiungere un'ultima annotazione: il creatore della Finale, Serkan Budur, ha dichiarato a Carscoops che questa concept non vuole in nessun modo contestare l'elettrificazione del mondo automobilistico, quanto semmai salutare la nuova era con un tributo a quello che è stato.


TAGS: concept bugatti rendering la finale