Automobilisti vs monopattini: il nostro video fa discutere
Editoriale

Zero auto, solo monopattini. Anzi no. Il nostro video dello scandalo


Avatar di Emanuele Colombo , il 26/12/21

3 settimane fa - Ecco perché parliamo anche di monopattini e non solo di auto e moto

Automobilisti contro i monopattini e viceversa: prendiamo le misure a questa diatriba, visto che la convivenza è ormai necessaria

A Natale siamo tutti più buoni... a criticare. Il nostro recente video con la comparativa dei monopattini elettrici è stato oggetto di aspre polemiche da parte di più di un lettore, dimostrando quanto questo tema – e la convivenza dei vari mezzi di trasporto in città – sia divisivo, controverso e polarizzante. Pochi gli interventi equilibrati: la maggior parte erano di chi voleva vietare o addirittura incenerire i monopattini (e chi ci sta sopra), ma non sono mancati interventi di chi vorrebbe abolire le auto in favore di questi ultimi.

BELLI MA NON FANNO PER ME Personalmente mi sono molto divertito a guidare i monopattini elettrici e a prendere parte al nostro video. D'altra parte, allo stato attuale delle cose, non ne userei uno come mezzo di trasporto. Non tutti in redazione la pensano come me - questo è bene sottolinearlo - ma quando uso i mezzi pubblici, da una fermata all'altra mi sposto a piedi: così da non avere un fardello di una dozzina di chili (ad andar bene) da caricare e scaricare poi dalla metro o dall'autobus, e un ingombro in più da stipare tra la folla dell'ora di punta.

Il monopattino elettrico ti invoglia a giocare Il monopattino elettrico ti invoglia a giocare

VEDI ANCHE



LA GIUNGLA D'ASFALTO Ma c'è anche la questione della sicurezza. Nelle strade poco trafficate o nelle passeggiate solitarie, dove trovo tanto spazio a disposizione, i monopattini vanno benissimo e sono anche giocattoli divertenti, ma nel traffico non hanno la stabilità degli altri veicoli, specie in frenata e sui tombini. E si vedono a fatica. Inoltre, in caso di impatto lasciano completamente esposti. Vietato, giustamente, usarli sui marciapiedi (qui tutte le regole): rimarrebbero le ciclabili, che come sappiamo sono poche e, in alcuni casi, fatte pure in modo pericoloso.

OCCHIO SULLE CICLABILI! Alludo a quelle che consentono di sfrecciare parzialmente occultati alla vista dalle auto in sosta e di arrivare lanciati agli incroci, laddove gli automobilisti faticano non poco a vedere il sopraggiungere di ciclisti e monopattini: troppo veloci ed esattamente nell'angolo cieco di molti modelli. Già li sento, i fan dei monopattini: “Vedi? La risposta è una sola: eliminare le auto dalla faccia della terra”. Peccato che le auto servano.

Il monopattino elettrico è perfetto, dove non c'è traffico. Altrimenti... Il monopattino elettrico è perfetto, dove non c'è traffico. Altrimenti...

L'AUTO È ANCORA INDISPENSABILE Magari il loro impiego è raramente indispensabile, per chi vive in città, ma per i pendolari? Stazioni di scambio con parcheggi e metropolitana esistono, ma i costi di viaggio sono importanti, tra sosta e biglietto dei mezzi, che si sommano al costo d'impiego dell'automobile. Per risparmiare ci sono pullman che collegano i comuni limitrofi alla metropoli e pemettono l'accesso ai mezzi locali con un unico biglietto, ma mancano di flessibilità negli orari. Per non parlare del tempo che si perde tra cambi di linea e coincidenze. In un'epoca in cui quello che più manca nella vita delle persone è il tempo, un veicolo per gli spostamenti individuali è imprescindibile. E pensate a chi non viaggia da solo o che ha cose da trasportare.

VERSO L'INTERMODALITÀ Il problema, come si vede, è di convivenza con gli altri utenti della strada e una felice sintesi, frutto del mutuo adattamento, bisognerà trovarla, visto il consenso che i monopattini riscuotono. Da parte nostra, trattare l'argomento - per raccontare le differenze tra i vari modelli ed evidenziare in modo laico le criticità del settore - non è andare fuori tema. Perché accanto alle automobili in sé, in questi ultimi anni si vuole affrontare la mobilità in senso più ampio. Una mobilità intermodale, che vedrà sempre più l'auto come mezzo partecipe, ma non protagonista esclusivo dei nostri spostamenti quotidiani. Non è un caso se iniziano a vedersi offerte come quella di Seat, con entrambi i mezzi di cui sopra, e in più anche lo scooter all'interno di uno stesso pacchetto. Il  monopattino non è sostitutivo dell'auto, ma in alcuni ambiti le sta diventando complementare. Piaccia oppure no.


Pubblicato da Emanuele Colombo, 26/12/2021
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox