Pubblicato il 23/12/2019 ore 12:26

FAI-DA-TE Vi siete stufati dei puzzle da 5.000 pezzi? Avete finito di montare tutti i modellini di aerei e camion della Seconda Guerra Mondiale che avevate in cantina dal 1976? Che ne dite di cimentarvi nel restauro di una Ferrari 365 GTB/4 Daytona? Potrebbe essere un buon proposito per il 2020 che sta per cominciare?

UNA STORIA TRAVAGLIATA La Ferrari 365 GTB/4 Daytona che vedete in queste immagini non è sicuramente nelle migliori condizioni (ma messa meglio di quella bruciata che abbiamo visto a ottobre): a parte i 40mila e passa chilometri nel motore, mancano un po’ di pezzi, ed è conciata abbastanza male, abbandonata a se stessa da chissà quanti anni. Anche la sua storia non è delle più promettenti: il proprietario, inglese, l’ha acquistata a Maranello e l’ha guidata al Grand Prix di Monaco. Da allora è passata di mano un paio di volte, nel 1972 e nel 1974. Negli anni successivi ha subito un incidente, finendo giù da una scarpata. L’auto è stata riportata in strada, ed è stata poi rivenduta a qualcuno che pensava di poterla rimettere a nuovo, salvo scoprire di non poterlo fare. Ed è stata quindi dimenticata per trent’anni in un garage.

Il V12 da 4,4 litri della Ferrari 365 GTB/4 Daytona messa all'asta

PRONTA PER TORNARE A NUOVA VITA Un amico dell’ultimo proprietario l’ha comprata nel 2006, e ha passato gli ultimi tredici anni a cercare tutti i pezzi mancanti, e a riparare la carrozzeria al meglio delle sue possibilità. Arriviamo quindi ai giorni nostri, e alla decisione di mettere in vendita tutto quanto: l’auto mezza scassata, ma soprattutto ogni parte e componente - rigorosamente originali, ben catalogati in decine di scatoloni - necessari per farla tornare agli antichi splendori.

UN GIOIELLO ALL’ASTA Un lavoraccio davvero imponente (e tutt’altro che economico), che richiede di ricostruire la macchina praticamente da capo, dentro e fuori, oltre che una decisa mano di vernice. Il V12 da 4,4 litri è già smontato e separato dall’auto. Il contachilometri originale è ancora nel cruscotto, e segna le 26,117 miglia percorse fino a oggi. La macchina sarà venduta sul sito di aste online Collecting Cars, dove trovate la storia completa della vettura, e centinaia di foto di ogni particolare. Se per caso vi venisse voglia di fare la pazzia...


TAGS: ferrari daytona asta restauro