Auto russe

ZiL Concept Limousine


Avatar Redazionale , il 09/11/10

10 anni fa - Primi rendering della ZiL, limousine russa che si prepara a sostituire le Mercedes presidenziali.

I primi rendering ufficiali della ZiL concept, la limousine russa che si prepara a sostituire le Mercedes presidenziali.  

IL RITORNO DELLA ZIL La commissione è arrivata a inizio anno direttamente dal presidente russo Dmitry Medvedev, deciso a sostituire le Mercedes presidenziali a favore di una nuova limousine marchiata ZiL. La celebre Casa russa, famosa per i suoi camion e le lussuose berline che hanno accompagnato le alte cariche dell'URSS per tutto lo scorso secolo, ha dunque avviato i progetti per l'erede della 41047, la limo andata in pensione nel 2002.

SPIGOLI VIVI La proposta scelta per gli esterni, mostrata nei primi rendering tridimensionali, è stata formulata dallo Slava Saakyan design studio, un centro di progettazione fondato, guarda caso, da un ex designer della ZiL. Una concept che non può che spiazzare gli osservatori per le sue linee estremamente squadrate e le proporzioni fuori dal normale. Bassa e larghissima davanti, con la grande calandra che si contrappone ai piccoli gruppi ottici, lunghissima e sottile dietro, con uno sbalzo da record che caratterizza tutto il profilo della vettura.

VEDI ANCHE



MANIFESTO DI POTENZA Se alcuni apprezzeranno le sue strabilianti proporzioni, molti altri non digeriranno il suo razionalissimo design, poco curato nei dettagli e molto lontano dai canoni di bellezza odierni. D'altra parte, la maestosa limousine non è stata disegnata per piacere a tutti, ma per risultare estremamente solida ed incarnare appieno il potere e la grandezza della Russia. Oltre a questo, la nuova ZiL è stata pensata per essere un'auto fuori dal tempo, così da non apparire mai vecchia durante tutto il suo futuro mandato. Ecco allora che l'estrema semplicità delle sue linee va valutata con un occhio diverso, e potrà essere veramente apprezzata solo con il passare degli anni.

INEVITABILMENTE SICURA Oltre ad aver studiato delle forme d'impatto e fuori dal tempo, i designer russi non hanno poi potuto trascurare il confort e la sicurezza, requisiti inevitabili su un'auto del suo calibro. Si spiega così la mancanza del lunotto posteriore, che lascia spazio ad un caratteristico scivolo in lamiera, tanto inusuale quanto intrigante.

COSTRUTTORI CERCASI Non si sa ancora quanto il presidente Dmitry Medvedev dovrà attendere prima di poterne avere una, ma molto presto si potrebbe passare da queste prime ricostruzioni virtuali ad una concept in "carne ed ossa". La conferma che non si tratti di una semplice bufala arriva infatti da una dichiarazione di Vladimir Kozhin, capo del Dipartimento che cura i beni della presidenza del Paese: "C'è un ordine presidenziale per esaminare la realizzazione della nuova limousine, e ne stiamo già discutendo con le case automobilistiche". Una frase che lascia intendere anche altro: se il Marchio storico rimarrà quello della ZiL, è infatti probabile che la produzione non venga compiuta dalla stessa Casa russa, ormai privata del suo principale impianto (diventato un centro commerciale) e limitata alla sola produzione di camion.


Pubblicato da Davide Varenna, 09/11/2010
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox