Pubblicato il 17/04/20

COME CAMBIA IL SUV VOLKSWAGEN TIGUAN 2021

PRATICAMENTE NUDO Colto durante alcuni test su strada in Germania senza praticamente camuffature, il nuovo Volkswagen Tiguan 2021 si prepara a essere presentato al pubblico, anche se non sappiamo ancora quando. Il reveal ufficiale era inizialmente previsto per l’estate, ma l’emergenza sanitaria mondiale potrebbe far slittare tutto di qualche settimana.

COM’È FUORI All’esterno il SUV medio tedesco si presenta un po’ più aggressivo del modello attualmente in commercio: all’anteriore spicca la nuova griglia, più larga, il paraurti sportivo e le luci anteriori a LED con firma diurna di nuovo disegno. Al posteriore la principale novità sta in qualche leggera modifica alla parte inferiore del paraurti, che mostra due finti scarichi laterali (quello vero è nascosto sotto la scocca).

Volkswagen Tiguan 2021 facelift: visuale laterale

LUCI COME SULLA GOLF Il poco nastro adesivo utilizzato dai tecnici tedeschi copre giusto la parte bassa delle luci anteriori e il “baffo” che prosegue verso il parafango, simile a quello già visto sulla nuova Golf; le luci posteriori sono sostanzialmente inalterate nella forma, con piccole modifiche al disegno dei LED, che in alcune versioni avranno anche un motivo a croce.

COME CAMBIA DENTRO Nulla di incredibilmente rivoluzionario fuori, insomma, mentre in abitacolo possiamo aspettarci l’aggiornamento del sistema di infotainment, che trarrà beneficio dall'ultima tecnologia già in uso sulle nuove Golf e Passat. Oltre al cruscotto digitale e il touchscreen centrale, che misurerà fino a 10 pollici, arriverà la connettività con Apple CarPlay e Android Auto, così come debutteranno ulteriori dispositivi di sicurezza. 

Volkswagen Tiguan 2021 facelift: visuale posteriore

I MOTORI Non sono attese grandi rivoluzioni neppure per quanto riguarda le motorizzazioni, che dovrebbero passare da un modello all’altro senza particolari sorprese. Ugualmente prevedibile, al tempo stesso, un travaso da Golf a Tiguan, in particolare per quanto riguarda la motorizzazione ibrida con il 1.5 benzina e la versione plug-in, in comune con l'imminente Golf GTE, Passat GTE e Arteon GTE, con il 1.4 benzina da 150 CV accoppiato a un motore elettrico da 115 CV, per una potenza complessiva di 245 CV, e un’autonomia solo in modalità elettrica di circa 60 km. La versione R dovrebbe arrivare invece con un 2.0 quattro cilindri sovralimentato da 333 CV, abbinato a un cambio a doppia frizione e trazione integrale. 


TAGS: volkswagen tiguan suv