Pubblicato il 14/11/20

SVOLTA GREEN Elettrico, elettrico e ancora elettrico! Dopo Citroen e-Jumpy, Opel Vivaro-e, Mercedes-Benz eVito e Peugeot e-Travelleranche Ford Transit passa all'alimentazione a batterie. Proprio così, la mobilità a zero emissioni riguarda davvero ogni settore dell’automotive, non ultimo quello dei mezzi commerciali, categoria che nel 2020 ha ricevuto un impulso che è sotto gli occhi di tutti.

TARGET 2022 In attesa di conoscere quale fortuna incontreranno i van elettrici, scopriamo l'ultimo arrivato. Ford E-Transit, il cui unveiling è atteso nelle prossime settimane, verrà distribuito in Europa a partire dalla primavera 2022. L’inedito van EV rientra in un piano d’investimento globale di ampio respiro, che ha portato l’Ovale Blu a sborsare più di 11,5 miliardi di dollari nel processo di elettrificazione della sua gamma. Nuovo E-Transit racchiude in sé tutta l’esperienza maturata da Ford nel corso degli anni nel campo dei veicoli a batterie. Un preziosissimo bagaglio di conoscenze che fa tesoro delle abitudini di ricarica di migliaia di clienti sparsi per tutto il mondo.

Ford E-Transit: frontale

SCHEDA TECNICA Grazie alla sua batteria da 67 kWh, l’E-Transit percorre fino a 350 km con una sola ricarica, stando ai dati registrati nel ciclo d’omologazione WLTP. Ciò rende il Van EV ideale per gli spostamenti in contesti urbani, per tragitti medio-lunghi e per consegne all’interno di zone geofencing ad accesso limitato. Le modalità di guida di Ford E-Transit sono pensate per ottimizzare le caratteristiche del suo motore elettrico. Secondo i dati forniti dalla Casa, la driving mode Eco consente di ridurre il consumo di energia elettrica dell’8-10% in caso di guida sostenuta, con veicolo scarico oppure in autostrada. In Eco viene inoltre limitata l’erogazione di potenza del motore, parcellizzata la risposta dell’acceleratore e ottimizzata la resa della climatizzazione - così da salvaguardare l’autonomia residua. Certo, la comodità di scorrazzare senza pensieri nel centro storico è controbilanciata dalle inevitabili attese imposte dalla ricarica delle batterie. Ma le soluzioni non mancano di certo...

QUESTIONE RICARICA Ford E-Transit può infatti essere ricaricato sia in corrente alternata (AC), sia in corrente continua (DC) - una soluzione quest’ultima che accorcia sensibilmente i tempi per il “pieno” d’elettroni. Il caricabatterie di bordo da 11,3 kW è in grado di ripristinare completamente la batteria in un massimo di 8,2 ore. Alle colonnine fast-charge DC, l’E-Transit può accettare potenze fino a un massimo di 115 kW. In questa maniera si passare dal 15% all’80% di carica in appena 34 minuti. Su E-Transit è infine disponibile, come option, il sistema Pro Power Onboard, che trasforma il van in una sorta di generatore elettrico di riserva, capace di fornire elettricità per alimentare strumenti da lavoro e attrezzature esterne. 

Ford E-Transit: il compagno a zero emissioni dei lavoratori

QUALCHE NUMERO Ford E-Transit ha una capacità di traino che raggiunge i 1.616 kg, 1.967 kg per il cabinato. Il merito è in buona parte del motore da 269 CV di potenza e 430 Nm di coppia. Inoltre, la trazione posteriore garantisce elevata motricità su fondi irregolari e in condizioni di massimo carico. In Europa, il listino ufficiale prevede fino a 25 configurazioni differenti, che comprendono diverse carrozzerie: furgone, furgone con doppia cabina e cabinato. Ulteriori informazioni su prezzi e arrivo nei concessionari italiani verranno rese note nelle prossime settimane.


TAGS: ford Nuovo Ford Transit elettrico Ford E-Transit van elettrici