Autore:
Luca Cereda

SEMAFORO VERDE Già prima dell'anno nuovo è possibile ordinare in concessionaria la Toyota RAV4 Hybrid 2019, in consegna dalla prossima primavera. Parliamo di uno dei pochi SUV che vanta già una storia consolidata di ibrido, uno dei primi a sfidare i SUV diesel, che ancora vanno per la maggiore. Ed è tra le novità più interessanti nel suo segmento insieme alla nuova Honda CR-V ibrida, anch'essa in arrivo nei prossimi mesi.

FA SPAZIO La quinta generazione del SUV giapponese, proposto a due e quattro ruote motrici, introduce non poche novità. La nuova RAV4 (in Italia solo ibrida) è sviluppata per la prima volta sulla piattaforma TNGA-K (Toyota New Global Architecture–K) e questo – sulla carta- dovrebbe garantire un miglioramento dinamico netto rispetto alla serie precedente. Il pianale TNGA, inoltre, ha permesso agli ingegneri giapponesi di progettare un abitacolo più spazioso e capiente. Con i sedili in posizione, il bagagliaio dispone di una capacità di 580 litri, 79 in più rispetto alla generazione uscente. Il passo, cresciuto di 30 mm, per un totale di 2.690, è un altro fattore che fa la differenza.

PIU' PULITA Poi c'è la nuova trasmissione ibrida di quarta generazione, che abbina un nuovo motore benzina da 2.5 litri con un potente motore elettrico (da 88kW). Per un totale di 222 cv di potenza combinata, leggermente inferiore (218 cv) nella variante 4WD. I valori di consumi ed emissioni di CO2 dichiarati (misurati nel ciclo NEDC) si attestano rispettivamente sui 4.4 l/100 km e 100 g/km (soglia che la esclude dagli incentivi). Numeri, però, che riguardano la versione a due ruote motrici: la Rav4 Hybrid 2019 4WD è ancora in attesa di omologazione. Nella versione a trazione solo anteriore le emissioni degli ossidi di azoto Nox sono inferiori del 96% rispetto al limite previsto dalla normativa vigente dei 60 mg/km del benzina Euro6, e ridotti del 97% rispetto al limite previsto degli 80 mg/km del diesel Euro6.

4WD Ottenuta grazie a un motore elettrico aggiuntivo montato al retrotreno – e quindi senza collegamenti meccanici tra assale anteriore e posteriore – la trazione integrale AWD-i è stata rivisitata, con un aumento del 30% della coppia sull’asse posteriore, consentendo una ripartizione fronte-retro che può passare da 100:0 a 20:80. Il sistema elettrico AWD-i ottimizza automaticamente i livelli di coppia adeguandoli alle condizioni di guida, mentre la funzione AWD Integrated Management (AIM), anch'essa introdotta su questa generazione della Rav4, gestisce simultaneamente molteplici funzioni della vettura (assistenza allo sterzo, controllo della farfalla e del sistema frenante, i ritmi di cambiata e la ripartizione dei livelli di coppia) in base alla modalità di guida selezionata. C'è infine un nuovo controllo del differenziale a slittamento limitato, denominato Trail Mode.

ADAS La nuova RAV4 è anche il primo modello Toyota equipaggiato il Toyota Safety Sense 2.0, un pacchetto di sistemi di assistenza alla guida che include il nuovo sistema Pre-Collisione (PCS), la funzione di Riconoscimento Segnaletica Stradale (RSA) che comunica col PCS e il mantenimento attivo della corsia (LTA).

ALLESTIMENTI E PREZZO L'auto è disponibile in 3 allestimenti: Active, Style e Lounge. Una Toyota Rav4 Hybrid Active prevede già di serie, tra gli altri, cerchi in lega da 17'', fari a LED, cruise control adattativo, sistema multimediale con schermo da 8'', frenata automatica, mantenitore di corsia e riconoscimento dei segnali stradali, telecamera di retromarcia e sensori posteriori e clima bizona. Prezzi di listino da 34.550 euro, ma scontato in promozione a 29.950 euro (ipt esclusa) per la versione Active 2WD. Di seguito tutti i prezzi in dettaglio.

2.5 Hybrid 2WD Active – 34.550 euro
2.5 Hybrid 2WD Style – 38.450 euro
2.5 Hybrid 2WD Lounge – 40.950 euro
2.5 Hybrid AWD-i Active – 37.050 euro
2.5 Hybrid AWD-i Style – 40.950 euro
2.5 Hybrid AWD-i Lounge – 43.450 euro


TAGS: toyota toyota rav4 hybrid novità toyota 2019