Autore:
Lorenzo Centenari

PER SEMPLICITÀ Ogni modello Smart viene al mondo per qualcosa di preciso. ForTwo per ospitare due persone, ForFour per accomodarne quattro. Forease, l'ultima a far visita alla compagnia, per fare le cose semplici. Un nome, una mission: la concept che il brand del Gruppo Daimler porta al Salone di Parigi 2018 è un'auto al tempo stesso tecnologica ed essenziale. 100% elettrica, del tutto spoglia di tettuccio, dalle dimensioni ovviamente tascabili.

CONTROVENTO Smart Forease è il regalo di complenno che mamma Mercedes confeziona per il proprio marchio metropolitano. 20 anni fa nasceva il nome, da allora Smart è maturata senza tuttavia smarrire il gusto delle cose originali, ma soprattutto funzionali. Basato su EQ ForTwo Cabrio, il prototipo in bella mostra sullo stand si differenzia in primo luogo per il parabrezza corto corto, così da non privare i suoi inquilini dell'ebbrezza di assaporare il vento tra i capelli. 

GREEN CITYCAR Altri dettagli di stile sono le pennellate di verde fosforescente per sedili e inserti plancia, ma anche per particolari esterni, così da generare con il bianco metallizzato della carrozzeria un contrasto...elettrizzante. Di fronte ai passeggeri, due display circolari sostituiscono le bocchette di ventilazione centrali nella plancia portastrumenti: c'è forse bisogno del ricircolo di aria fresca? La solita Smart che prende tutto alla leggera, ma che si fa volere bene. 


TAGS: auto elettrica Smart EQ ForTwo Cabrio parigi 2018 smart parigi 2018 smart forease