Autore:
Dario Paolo Botta

ELETTRICO MON AMOUR Non è più un segreto, a Zuffenhausen la parola d’ordine è elettrificazione. Dopo il debutto di Porsche Panamera ibrida e con il lancio imminente della nuova supersportiva Porsche Taycan full-electric, la Casa di Stoccarda ha deciso di trasferire la tecnologia plug-in hybrid anche a bordo della sport utility Porsche Cayenne. Il frutto di tutto ciò è Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid, un SUV disponibile anche in versione coupé dalle prestazioni esagerate. Si tratta della Cayenne più potente mai realizzata dal Costruttore tedesco. Alla faccia di quelli che pensano che l’ibrido sia noioso! Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid ed S E-Hybrid Coupé sono già ordinabili, prezzi (in Germania) a partire da 172.604 euro.

I SEGRETI DEL MOTORE Le vere novità riguardano senza ombra di dubbio i nuovi propulsori ibridi montati a bordo dei due SUV. Per quanto riguarda la versione top di gamma, Porsche ha pensato al 4 litri V8 biturbo da 500 kW di potenza, in soldoni parliamo di 680 CV e 900 Nm di coppia massima. Il motore termico da 550 CV lavora in sinergia con un’unità elettrica da 136 CV. A conti fatti, i due SUV scattano da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi e raggiungono una velocità massima di 295 km/h. La motorizzazione ibrida plug-in consente inoltre a Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid di percorrere fino a 40 km in modalità elettrica (assorbimento energetico di 18,7-19,6 kWh/100 km) e registrare un consumo combinato (ciclo NEDC) intorno ai 3,7-3,9 l/100 km.

E-HYBRID COUPÈ Insieme al turbo plug-in su ambedue le carrozzerie, Porsche lancia ora la motorizzazione E-Hybrid anche su Cayenne Coupé. Anche la variante dal look sportivo del Suv della Cavallina riceve dunque il powertrain basato sul 3 litri V6 turbo da 460 CV e 700 Nm di coppia ai massimi règimi, sistema accreditato di un’autonomia in elettrico di 43 km e una top speed di 253 km/h.

LAVORO SULLE BATTERIE Ma torniamo a Cayenne Turbo S E-Hybrid. Il lavoro dei tecnici tedeschi si è concentrato nello studio di espedienti in grado di mantenere inalterati il carattere sportivo e il comfort conclamato dell’ammiraglia SUV di Stoccarda. Ciò ha portato ad un potenziamento del pacco batterie agli ioni di litio, alloggiato al di sotto del vano posteriore, la cui capacità energetica è stata portata a 14,1 kWh. Con sistemi di ricarica veloce (potenze intorno ai 7 kW) si è in grado di ripristinare la piena autonomia degli accumulatori in 2 ore e 40 minuti. Dalla rete di casa occorrono invece circa 6 ore per fare il “pieno”.

DNA PORSCHE Tanta tecnologia fuori e dentro l’abitacolo. Il pacchetto connettività Porsche mette a disposizione dei clienti il sistema di navigazione online che fornisce in tempo reale informazioni sulle condizioni del traffico, mostrando anche la posizione delle colonnine di ricarica. Comfort assicurato dal sistema di gestione intelligente delle sospensioni (PASM), capace di smorzare le asperità del terreno senza sacrificare il piacere di guida. Immancabile l’integrazione con Apple CarPlay: con lo smartphone si può inoltre ora controllare tramite app il sistema di climatizzazione anche quando il motore dell’auto è spento. Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid monta di serie gruppi ottici Full LED, camera Night Vision e gran parte dei sistemi ADAS di II generazione. Il corpo vettura appare a un primo colpo d’occhio più rigido e compatto, con soluzioni che ne sottolineano l’anima racing. Dettagli come i cerchi in lega da 21”, i dischi freno carboceramici e lo spoiler adattivo al posteriore (sulla versione coupé). Ancora scettici sulle Porsche "alla spina"?


TAGS: porsche Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid Porsche Cayenne 2019 Nuovo Porsche Cayenne Turbo