Autore:
Emanuele Colombo

MISSIONE SOSTENIBILITÀ Sensualità mediterranea, tecnologia dal futuro profondo. Al Salone di Ginevra 2018Pininfarina presenta la HK GT, quarta concept sviluppata in partnership con l'azienda cinese Hybrid Kinetic Group. Della serie di prototipi sin qui realizzati, la Gran turismo elettrica sino-italica è forse quella che maggiormente contribuisce a definire l'identità del giovane e dinamico marchio di Hong Kong. Innovazione stilistica e progettuale, un quadro estetico commovente. Con un occhio di riguardo, ovvio, alla sostenibilità.

ELETTRO GRAN TURISMO La Pininfarina HK GT è infatti una GT che associa lo stile classico dell'atelier torinese alla tecnologia d'avanguardia messa a punto da Hybrid Kinetic. "Made in Hong Kong" è l'intero sistema di trazione: le super batterie da 38 kWh, i 4 motori elettrici dalla potenza combinata di 800 kW (si parla di 350 km/h di velocità, e di uno "0-100" in 2,7 secondi), la centralina di controllo, infine lo speciale "range extender". Il principio è quello di una sorta di ibrido sulla falsariga della Fisker Karma, per intenderci.

NIENTE PISTONI C'E' LA TURBINA A differenza della Fisker, tuttavia, nel ruolo di range extender la soluzione HK non prevede alcun motore a pistoni, bensì una micro-turbina realizzata con tecnologie aerospaziali. La durata prevista è di 50.000 ore di funzionamento, con interventi di manutenzione ogni 10.000 ore. Secondo HK Group, le batterie avrebbero inoltre la capacità di recuperare il 30% in più di energia rispetto alle tecnologie tradizionali, per un'autonomia di oltre 1.000 km. La durata prevista del pacco batterie è di 50.000 cicli di ricarica.

GUSTO ITALIANO Gruppo powertrain a parte, la Pininfarina HK GT è anche una mozzafiato Gran turismo 2+2: apertura porte ad ala di gabbiano, cofano lungo e scolpito, un profilo arcuato che scende delicatamente verso il posteriore, col padiglione ad appoggiarsi sul corpo vettura e ad avvicinarsi alla ruota posteriore. Proprio come le grandi GT del passato. L’andamento della fiancata è infine parzialmente sottolineato da una sottile modanatura cromata che fluisce elegantemente dal frontale fino al contorno delle superfici vetrate laterali. uno degli stilemi Hybrid Kinetic.

INTERIOR DESIGN Da Gran turismo di alta scuola anche gli interni: forme, volumi, colori e materiali, tutto concorre a plasmare un abitacolo unico. Leggera e flottante, la plancia è trattata con un sofisticato colore bianco crema e con cuciture e dettagli arancio vivo. Minimalista la strumentazione dietro al volante, ad effetto sospensione i sedili anteriori. Incantevoli infine i sedili posteriori, dallo schienale ad ala sospesa e dal rivestimento in pelle grigia trattata vintage e confezionata con un raffinato capitonné.

ROSSOBLÙ La Pininfarina HK GT è un'auto dalla doppia personalità, corsaiola e confortevole. E così anche l’abitacolo rispecchia due anime uguali e contrarie: in modalità “race”, gli interni si illuminano di rosso, il display dietro al volante trasmette solo le informazioni essenziali, mentre lo schermo centrale fornisce le info su tutti i parametri di guida. In “cruise” mode, invece, l’abitacolo si illumina di blu e sulla plancia, davanti al passeggero, appare un largo schermo tattile multifunzione. Tra le interpretazioni di auto del futuro viste a Ginevra, la Pininfarina HK GT sale senz'altro sul podio.


TAGS: ginevra 2018 pininfarina hk gt pininfarina hybrid kinetic group pininfarina ginevra 2018 pininfarina concept ginevra 2018 pininfarina salone di ginevra 2018 pininfarina hk gt foto pininfarina concept foto pininfarina concept ginevra 2018 foto