Pubblicato il 23/11/20

DEEP IMPACT Nome in codice HPH (sigla per High Performance Hybrid), nome di battesimo Artura. L'attesissima nuova supercar ibrida McLaren si registra all'anagrafe ed entra nelle fasi finali del programma di test e sviluppo. Un video teaser (vedi gallery) ne preannuncia ora il (fragoroso) sbarco sul pianeta terra: world premiere nel corso dell'inverno, vendite entro la prima metà del 2021.

HYBRID POWER Il nuovo bolide di Woking aprirà una nuova era nella storia della Casa inglese, con il debutto della tecnologia ibrida, dopo l’uscita di produzione della gamma Sports Series. Stando alle immagini diffuse ad ottobre, si tratterà di una biposto con tratti stilistici simili ai più recenti modelli della gamma. Frontale e montanti ricordano infatti quelli della 720S, mentre le prese d'aria sulle fiancate rimandano alla 570S. Al posteriore spiccano invece vistosi terminali di scarico in posizione elevata e un grande diffusore in materiale composito.

STRUTTURA LEGGERA La supercar britannica sarà inoltre la prima vettura costruita interamente sulla nuova struttura in fibra di carbonio, ribattezzata McLaren Carbon Lightweight Architecture (MCLA). Un’architettura pensata per accogliere propulsori ibridi ad alte prestazioni e tecnologie di guida di ultima generazione. MCLA esalterà ulteriormente le doti del già leggerissimo telaio made in McLaren, figlio dell’esperienza maturata dal Costruttore nelle più importanti competizioni motoristiche. Progettato, sviluppato e prodotto nel Regno Unito presso il McLaren Composites Technology Centre di Catcliffe, vicino Sheffield, il pianale MCLA fungerà tra l'altro da base per l'intera prossima generazione di supercar ibride del Gruppo.

Nuova McLaren ibrida: il posteriore

DOPPIA ANIMA Il powertrain dell’ultimo gioiello di Woking è dunque composto da un V6 turbo e da un’unità a batteria ed è pensato per offrire ''livelli sorprendenti di prestazioni e un'esperienza di guida coinvolgente'', oltre a garantire la possibilità di spostarsi in modalità 100% elettrica per un discreto numero di chilometri. “Questa nuovissima supercar è il distillato di tutto ciò che abbiamo imparato e attuato fino a oggi […] Questa è un nuova tipologia di McLaren per una nuova era, un'auto straordinaria che offre prestazioni eccezionali e un'autonomia completamente elettrica in grado di coprire la maggior parte dei percorsi urbani”, commenta Mike Flewitt, CEO di McLaren Automotive. 

ADDIO SUPER SERIES Da quest’anno inoltre, la gamma Super Series, introdotta nel 2015 con il lancio della 570S e arricchita dalla presenza della 600 LT, esce definitivamente di scena con la 620R - versione stradale della 570S GT4. La McLaren ibrida si collocherà così proprio tra la GT e la 720S. Con la sua nuova biposto elettrificata, Woking punta a riaffermare la sua leadership nel ramo delle supersportive ad alte prestazioni. La sfida a Ferrari e Porsche continua...


TAGS: mclaren Nuova McLaren ibrida McLaren ibrida 2021 mclaren artura