Ferrari 812 Competizione (anche Aperta): video e scheda tecnica
Novità auto

Ferrari 812 Competizione, l'ultimo acuto del V12 è da infarto. Video


Avatar di Lorenzo Centenari , il 05/05/21

4 mesi fa - 830 cv, ma anche stile e aerodinamica. Tutto sulla 812 più speciale

830 cv di potenza, ma anche stile, aerodinamica ed elettronica specifici. Tutto sulla 812 più speciale, anche in versione "Targa"

HABEMUS SPECIAL Per mesi, i rumor ci hanno depistato. Tutti, tranne l'ultimo, quel trademark che all'ultima edizione speciale di Ferrari 812 (l'ultima sin qui, e con ogni probabilità, anche l'ultima in assoluto) assegnava il nomignolo 812 Competizione. La world premiere fuga ogni dubbio: Competizione, di nome e di fatto. Il canto del cigno del V12 delizia i ferraristi con un ululato mai così potente: 830 cv, anche le leggi della fisica entrano in crisi esistenziale. Il motore, ma non solo: Ferrari 812 Competizione e la sua omologa in versione ''Targa'', Ferrari 812 Competizione A, il nonplusultra anche in materia di design, aerodinamica, meccanica, elettronica. Riguarda, sotto, il video della cerimonia del reveal, andata in scena nel nuovo Dipartimento Attività Sportive GT, adiacente al circuito di Fiorano.

FERRARI 812 COMPETIZIONE: IL V12

MOTORE 812 Competizione e 812 Competizione A montano semplicemente il motore più emozionante del panorama automobilistico mondiale, un V12 aspirato da 830 cv che alla potenza impressionante affianca un’erogazione esaltante, oltre al sound che i puristi dei dodici cilindri di Maranello ben conoscono. Per aumentare la potenza del motore da 6,5 litri della 812 Superfast e raggiungere un’estensione del campo di giri record (9.500 giri/min.) sono stati riprogettati svariati elementi, è stata ottimizzata la fluidodinamica dei suoi sistemi di aspirazione e combustione e sono stati ridotti gli attriti interni. Le bielle in titanio riducono del 40% il peso rispetto all’acciaio a parità di resistenza meccanica, mentre i nuovi spinotti rivestiti in diamond-like carbon (DLC) riducono il coefficiente di attrito, e di conseguenza l’usura. Interventi che si uniscono a una nuova equilibratura dell’albero motore, alleggerito del 3%, a camme rivestite in DLC, inoltre a un impianto di aspirazione con collettore e polmone più compatti.

SCARICHI I terminali di scarico sono a vista, per sottolineare la loro funzione e la natura racing della vettura, senza con questo trascurare l’eleganza propria di ogni Ferrari. Si è lavorato poi sulla linea ad aspirazione, introducendo una seconda coppia di risonatori che esalta precise frequenze e gli ordini più nobili del motore, per una simbiosi totale tra il sound di scarico e quello del sistema di aspirazione.

CAMBIO Anche 812 Competizione e 812 Competizione A affidano la trasmissione a un cambio a 7 marce e doppia frizione. La ricalibrazione delle strategie di controllo ha ridotto del 5% il tempo di cambiata: pur mantenendo la rapportatura della 812 Superfast, le versioni speciali vantano un pettine di cambiata ancor più sportivo grazie agli ulteriori 500 giri/min. garantiti dal nuovo V12.

VEDI ANCHE



ROSSA ''GREEN'' Il potenziamento delle prestazioni si affianca a un ulteriore passo avanti anche in materia di contenimento delle emissioni grazie all’evoluzione del sistema HELE, che abilita lo Start&Stop on-the-move, nonché alcune mappature orientate alla riduzione delle emissioni.

FERRARI 812 COMPETIZIONE: LA DINAMICA

FRENI Riprogettato rispetto alla 812 Superfast, il sistema frenante ruota attorno alla pinza anteriore ''Aero'' con ingresso aria integrato già vista sulla SF90 Stradale. Pinze e pastiglie vengono rinfrescate convogliando l’aria incamerata dall’apertura laterale del paraurti verso la presa d’aria integrata che distribuisce il flusso ai componenti. Il sistema è tanto più efficace quanto più efficiente è il percorso dell’aria verso la parte della pinza posizionata posteriormente nel gruppo ruota, il che ha portato a ottimizzare completamente il layout della sospensione anteriore. Si è così ottenuta una riduzione di temperatura dell’olio freni (circa -30° C a parità di sollecitazioni rispetto alla 812 Superfast), garantendo costanza di frenata e feeling pedale anche in pista.

AERODINAMICA Le modifiche all’impianto frenante hanno consentito ai tecnici di riprogettare il fondo anteriore ed estenderlo all’interno dell’arco del passaruota. Tale configurazione, che ha liberato spazio attorno al fondo della leva sospensione anteriore, ha permesso di estendere la superficie di generazione di carico verticale e di inserire un innovativo generatore di vortici laterale a ''S'', studiato in galleria del vento per migliorare l’espansione laterale del vortice e creare sinergia con il diffusore anteriore. Anche quest’ultimo è stato ottimizzato: ora genera più carico rispetto alla 812 Superfast e migliora il raffreddamento della pinza. Tali soluzioni hanno segnato un notevole incremento prestazionale: l’ottimizzazione degli sfoghi aria fornisce un +30% di carico anteriore, mentre il nuovo generatore di vortici concorre per un ulteriore 40%. Il diffusore anteriore, come sulla 812 Superfast, ospita un portello mobile ad azionamento passivo che si apre quando la vettura supera i 250 km/h.

TELAIO 812 Competizione porta al debutto la prima applicazione del sistema a quattro ruote sterzanti indipendenti, l’evoluzione del sistema Side Slip Control (SSC), ora in versione 7.0, e lo sviluppo di un nuovo pneumatico Michelin Cup2R specifico per questa vettura. L’asse posteriore indipendente è dotato di un nuovo sistema di gestione elettronica che permette all’attuatore destro e sinistro di muoversi separatamente. Tale sistema enfatizza la reazione dell’asse anteriore ai comandi, restituisce intatta la sensazione di aderenza e di pronta risposta agli input dell’asse posteriore e gestisce più efficacemente la risposta laterale del veicolo in funzione della frequenza di attuazione dell’angolo volante.

LEGGEREZZA Particolare attenzione è stata rivolta all’alleggerimento della vettura (-38 kg rispetto alla 812 Superfast). Negli esterni è stata impiegata estensivamente la fibra di carbonio, in particolare su paraurti anteriore e posteriore, spoiler posteriore e prese aria. I contributi del motore vengono dall’uso di bielle in titanio, dall’albero motore più leggero e dalla batteria da 12V a litio. Grande attenzione è stata impiegata alla progettazione degli interni utilizzando finiture in carbonio, tessuti tecnici e limitando i materiali insonorizzanti. Sono inoltre stati introdotti cerchi forgiati racing in lega leggera di alluminio e colonnette di fissaggio in titanio. Per la prima volta su una Ferrari V12 sono disponibili cerchi interamente in fibra di carbonio che riducono il peso di 3,7 kg rispetto a quelli in lega leggera della 812 Superfast. 

FERRARI 812 COMPETIZIONE: LO STILE

ESTERNI Tra gli elementi distintivi della 812 Competizione spicca il cofano anteriore con intaglio trasversale in cui si inserisce la lama in fibra di carbonio, soluzione che rende il cofano ancor più pulito e plastico, in una sorta di reinterpretazione del concetto di livrea a fascia trasversale sul cofano anteriore che decora alcune Ferrari storiche da competizione. Lo splitter in fibra di carbonio contribuisce a sottolineare l’effetto di larghezza e tenuta di strada che caratterizza l’auto. Ma l’elemento più peculiare dell’estetica della 812 Competizione è la sostituzione del lunotto in vetro con una struttura monolitica in alluminio, i cui tagli a sciabola aumentano l’efficienza aerodinamica producendo un effetto a dorsale continua che ne enfatizza la forma scultorea. 

INTERNI L’architettura degli interni della 812 Competizione resta fedele a quella della 812 Superfast nei perimetri generali e nelle interfacce principali di plancia e pannello porta, caratteristico motivo a diapason compreso. Un alleggerimento formale e sostanziale del pannello accentua la sportività dell’abitacolo. La tasca portaoggetti appare quasi flottante rispetto alla struttura portante del pannello; tale soluzione garantisce non solo leggerezza, ma anche continuità formale e materica con il resto dell’abitacolo. Come bracciolo è stata mantenuta solo una piccola appendice di collegamento al maniglione, che crea un muscolo dinamico sul pannello. Nella zona centrale troviamo infine un collegamento tra passato e futuro in linea con lo spirito della 812 Competizione e la tradizione del marchio, vale a dire l’iconico cancelletto riproposto in chiave moderna per la prima volta su una V12.

FERRARI 812 COMPETIZIONE: I PREZZI

Di Ferrari 812 Competizione verranno costruiti solo 999 esemplari, prezzi di 499.000 euro. Quanto a 812 Competizione A, solo 599 esemplari - già tutti prenotati - a un prezzo di 578.000 euro


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 05/05/2021

Tags
Gallery
Listino Ferrari 812
Allestimento CV / Kw Prezzo
812 Superfast 6.5 V12 DCT 799 / 588 303.727 €
812 GTS 6.5 V12 DCT 799 / 588 336.000 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Ferrari 812 visita la pagina della scheda di listino.

Scheda della Ferrari 812
Vedi anche
Logo MotorBox