Autore:
Luca Cereda

CALENDARIO Posto che la nuova BMW Serie 3 debutterà nel corso del 2018, probabilmente al salone di Parigi, e la versione Touring nel 2019, bisognerà aspettare ancor di più per testarne la massima espressione. Ovvero la nuova BMW M3 (nome in codice G80) in arrivo nel 2020. Portate pazienza, dovrebbe valerne la pena.

COME LA GTS Le prime foto-spia apparse in rete non rivelano granché, ma si portano dietro indiscrezioni succulente. In primis sul motore, che grazie a nuove tecnologie, tra cui la Water Injection già sdoganata dalla M4 GTS, e l'aiuto dell'elettrico – un impianto da 48V che andrà ad alimentare anche un turbo elettrico - il suo rinnovato sei cilindri in linea 3.0 litri potrebbe superare di slancio i 500 cv. Per affrontare senza timori dirette rivali come Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e Mercedes C63 AMG.

ADDIO MANUALE In configurazione standard, però, i cavalli della nuova BMW M3 saranno circa 470. Abbinati a un peso sensibilmente ridotto ricorrendo ad acciai più leggeri, alla sempre più probabile trazione integrale – la stessa della M5, però, che permette di guidare spinti anche solo dalle ruote posteriori – e a un cambio automatico a 8 rapporti. Niente più cambio manuale, dunque, nemmeno in opzione.

QUASI EMME Se la M3 rappresenterà l'apice della Serie 3 2019, nel mezzo – e prima che debutti la M3 – non mancheranno soluzioni intermedie. La via di mezzo è firmata M Performance, con un trattamento ad hoc per quel che concerne l'estetica e l'hardware. E, soprattutto, cavallerie interessanti: si parla infatti di almeno 360 cavalli per la M340i M Performance (trazione posteriore) e di 320 cv per la M340d, che monterà il 3 litri biturbodiesel della casa dell'Elica.   


TAGS: nuova bmw serie 3 bmw m3 2020 nuova bmw serie 3 quando esce bmw serie 3 2019 bmw serie 3 2018 interni bmw m3 cavalli bmw serie 3 g20 bmw m349i m performance bmw m340d m performance