Autore:
Lorenzo Centenari

CITTÀ O CAMPAGNA? Il segreto sta nel nome. Audi A1 Citycarver è l'A1 che "fende" la granaglia urbana, ma che soprattutto sa come trattare anche un contesto offroad, o quantomeno off-city. Dopo l'aperitivo di Francoforte, A1 in salsa Suv compatto entra in commercio: già ordinabile (prime consegne ad ottobre), A1 Citycarver parte da 23.950 euro. E almeno inizialmente, le combinazioni al configuratore sono poche. 

MONOPORZIONE Al lancio, Audi A1 Citycarver viene infatti proposta esclusivamente con motore 3 cilindri 1.0 TFSI turbo benzina. Due gli step di potenza: 95 cv (25 TFSI), listino a partire da 23.950 euro, e 116 cv (30 TFSI), prezzi da 24.700 euro. La prima è accoppiata unicamente a trasmissione manuale a 5 rapporti, mentre la seconda è disponibile sia con cambio manuale a 6 marce, sia con l'automatico doppia frizione S tronic a 7 rapporti (+1.850 euro). Niente trazione integrale "quattro": l'appartenenza alla categoria crossover si esprime solo attraverso l'assetto rialzato di 4 cm rispetto ad A1 Sportback e le protezioni in stile all terrain che corrono lungo l'intero perimetro inferiore della carrozzeria.

ENTRY LEVEL Due infine i livelli di allestimento, Base e Admired. In edizione più spartana, Audi A1 Citycarver è comunque equipaggiata di volante in pelle, clima manuale, quadro strumenti digitale da 10,25 pollici, display centrale da 8,8 pollici per radio MMI plus, connettività Bluetooth e Usb, inoltre (lato sicurezza) mantenimento di corsia (Lane departure warning) e frenata automatica di emergenza (Audi pre-sense front).

TOP DI GAMMA L'upgrade Admired (+900 euro) aggiunge cerchi in lega da 17 pollici, climatizzatore automatico, sistema di ausilio al parcheggio, interni in look alluminio e Audi smartphone interface con predisposizione Apple CarPlay ed Android Auto. Il navigatore? Si acquista a parte e costa 1.800 euro. Parola ora al pubblico.


TAGS: audi crossover compatti audi a1 citycarver