SI ALZINO I VELI! Il gran giorno è finalmente arrivato, al Salone di Tokyo 2019, è stata finalmente svelata l’ultima nata di Casa Mazda: la nuova Mazda MX-30. Si tratta della prima vettura completamente elettrica realizzata dal Costruttore di Fuchū. Si tratta di un SUV full-electric, dalla silhouette distintiva e originale. Il richiamo alla sigla MX non è casuale, con questa scelta, il costruttore giapponese lancia ancora una volta, la sfida alle convenzioni del settore automobilistico, un po' come successo in passato con la roadster MX-5.

SUV COUPÉ Nel complesso le forme della nuova Mazda MX-30 si avvicinano molto a quelle di un SUV coupé compatto. Il montante posteriore è infatti lungo e affusolato, impossibile poi non notare il voluminoso paraurti sul retro e i passaruota laterali in plastica nera, che sottolineano ancor di più lo spirito dinamico e grintoso del crossover nipponico. In generale forme e linee di Mazda MX-30 ricordano molto da vicino quanto già visto su Mazda3, con l’inconfondibile Kodo Design che conferisce un senso di dinamismo alle forme della vettura.

COME CAMBIA Il frontale è stato completamente ridisegnato, scomparsi gli ingombri del propulsore termico, i tecnici Mazda hanno optato per una calandra sottile e affusolata con pochissime aperture e prese d’aria. Le sorprese riguardano però le portiere posteriori Free-Style. Queste si inspirano infatti a quelle della Mazda RX-8, si aprono controvento e sono prive della tradizionale maniglia a vista. Il nuovo MX-30 ha misure da SUV di medie dimensioni: 4,39 m in lunghezza, 1,79 metri di larghezza per un’altezza che sfiora il metro e sessanta, 157 cm per l’esattezza.

Mazda MX-30: gli interni

INTERNI GREEN Per gli interni Mazda ha scelto un assortimento di materiali eco-sostenibili, che conferiscono un tocco di esclusività all’auto. Dentro l’abitacolo si nota subito il sughero che riveste la console centrale. Il cruscotto digitale si abbina ai due display a centro plancia dai quali si controllano presumibilmente, le principali funzioni della vettura e l’infotainment di bordo.

MOTORE E BATTERIE Mazda non ha ancora rilasciato specifiche sulle prestazioni di MX-30, ciò che sappiamo è che l’auto monterà un motore sincrono alimentato da un pacco batterie a celle prismatiche, collocato nella scocca, con una capacità energetica di 35,5 kWh, che darà all’auto ncirca 200 km di autonomia, stando ai rilevamenti effettuati dalla Casa nel ciclo WLTP. Secondo ad alcune indiscrezioni la potenza complessiva del powertrain della nuova Mazda MX-30, dovrebbe attestarsi intorno ai 140 CV, proprio come sul prototipo e-Tpv. Per quanto riguarda invece la questione ricarica, MX-30 potrà contare su un caricatore a corrente alternata AC da 6,6 kW e su un connettore Combo a corrente continua DC. La trazione e-Skyactive si accompagna al sistema G-Vectoring Control (GVC) per il controllo della dinamica di marcia, che negli auspici dovrebbe aumentare il piacere di guida del SUV.

PREZZI E LANCIO La nuova Mazda MX-30 può essere pre-ordinata sul sito ufficiale della Casa. I prezzi non sono ancora stati annunciati, tuttavia per prenotare l’auto è necessario versare anticipatamente una caparra di 1.000 euro. L’arrivo nelle concessionarie del Vecchio Continente è previsto invece per la seconda metà del 2020.


TAGS: mazda Mazda MX-30 EV mazda mx 30