Pubblicato il 14/04/20

MASERATI MC20: IL TRIDENTE TORNA IN PISTA

POCHE CERTEZZE Come sappiamo, l'auto chiamata a raccogliere l’eredità di Maserati MC12 è la Maserati MC20: un modello che inaugura una nuova Era per il Tridente di Modena. L’auto nasce nel Maserati Innovation Lab di Viale Ciro Menotti, un impianto d’eccellenza, con linee di produzione avanzate, in grado di ospitare anche versioni a batterie. Sebbene le vie ufficiali non facciano trapelare nulla sulla scheda tecnica, è difficile non notare una certa somiglianza con Alfa Romeo 4C. Stando ad alcune indiscrezioni, MC20 sarà lanciata con un nuovo V6 biturbo in posizione centrale, in grado di sviluppare fino a 600 CV di potenza, abbinato a un cambio automatico doppia frizione 8 rapporti.

ORIGINI E CILINDRATA Inevitabile, a questo punto, pensare che il V6 abbia qualche legame di parentela con quello di Giulia e Stelvio Quadrifoglio, a sua volta nobilitato da una genealogia che ha origine in Ferrari. La cilindrata, però, è al momento ignota e non è da escludere che rispetto ai 2,9 litri d'origine si sia optato per un aumento della cubatura, che potrebbe toccare i 3,6 litri. Il cambio a doppia frizione sarebbe però una new entry, visto che Giulia e Stelvio in versione automatica hanno un 8  marce a convertitore di coppia.

Maserati MC20: vista laterale del prototipo

IBRIDO O ELETTRICO? Nonostante Maserati sottolinei con insistenza la volontà di elettrificare la sua nuova supersportiva, al momento sembra poco plausibile il lancio di una versione ibrida. Voci insistenti danno per imminente l'arrivo una versione full-electric, ma ancor prima di questa, sembra già nel 2021, sarà svelata una variante cabrio di MC20. L'ipotesi al momento più attendibile è che, almeno all’inizio, la nuova Maserati arriverà con un tradizionale biturbo a combustione interna. I prezzi restano difficili da prevedere, alcune voci ritengono che potrebbero attestarsi su cifre comprese tra i: 137.000 e 146.000 euro.

DEBUTTO RIMANDATO In tutta la Motor Valley, gli effetti de Coronavirus impattano sui ritmi produttivi delle Case automobilistiche. La pandemia scoppiata sul finire dello scorso febbraio nella bassa lodigiana si è propagata inesorabilmente all’Emilia, costringendo diversi Costruttori della zona a fermare gli impianti. Un lockdown che ha colpito indistintamente tutto il comparto dell'auto, non ultima Maserati, costretta a posticipare il debutto di MC20, in origine previsto per maggio, al prossimo settembre. La curiosità cresce.


TAGS: maserati mc12 maserati maserati MC20