Autore:
Marco Congiu

À LA PÀGE Ammirata in forma di concept all'ultimo Salone di Francoforte, a distanza di un anno debutta la nuova Kia Proceed. Presente anche a Parigi 2018, si tratta di una shooting brake che va a completare la gamma della nuova Ceed, da cui deriva piattaforma, motori e trasmissioni. Esteticamente si tratta di una station wagon che fa il verso alle coupé, senza nula togliere ad abitabilità e comodità di bordo. Vediamo com'è fatta.

NON PERDE NULLA Lunga 4,60 m per 1,80 m di larghezza e 1,42 m di altezza, la Kia Proceed vanta un impatto visivo decisamente convincente. Il frontale richiama molto da vicino la nuova Ceed con gli elementi distintivi tipici del marchio, mascherina Tiger Nose in primis, che nell'allestimento GT Line vanta una colorazione nero lucida, come i profili delle minigonne e l'estrattore posteriore. Piace la pulizia delle linee che conferiscono una buona sportività all'insieme, mentre al posteriore domina la fanaleria che congiunge lo sguardo in un unico elemento grazie ad un led che corre a tutta larghezza. Un look decisamente ben riuscito che, mi perdonerete, ricorda da vicino quello della nuova Porsche Panamera Sport Turismo.

QUALITÀ DEGLI INTERNI Kia ci ha abituato ad essere ormai praticamente all'altezza dei costruttori europei in fatto di design e qualità costruttiva degli interni. Non fa ovviamente eccezione la Proceed 2019: aperte le portiere infatti veniamo accolti da un ambiente sportivo ma familiare e confortevole. Le plastiche sono morbide e ben assemblate, con il display dell'infotainment da 8” - opzionale – che troneggia al centro della plancia. A completare il quatro, abbiamo il volante multifunzione tagliato nella parte bassa, la strumentazione che racchiude elementi a lancetta e digitali e sottili cromature per le bocchette di ventilazione. Anche dietro non si sta seduti male, ma tre adulti inevitabilmente finiranno con lo stare a stretto contatto. Il bagagliaio è molto interessante, con i suoi 594 litri in configurazione standard ed una buona serie di pozzetti per meglio sfruttare il carico utile.

I SOLITI NOTI Per quanto riguarda i motori, la nuova Kia Proceed 2019 porterà con sé anche una versione mild hybrid ed una plug in, anche se non ci è ancora dato sapere quando debutteranno queste motorizzazioni ibride. Restando invece sui classici propulsori termici, abbiamo una serie di volti noti. I motori benzina sono tre: si parte con il 3 cilindri 1.0 T-GDI da 120 CV per salire poi al 1.4 da 140 CV, fino a toccare i 204 CV con il 1.6 T-GDI per la versione Proceed GT. Un solo Diesel è previsto al momento: il 1.6 litri turbo CRDi da 136 CV e 320 Nm di coppia massima. Due le possibili trasmissioni: cambio manuale a 6 marce o automatico doppia frizione a 7 rapporti.

SI GUIDA (QUASI) DA SOLA La Proceed porta con sé tutto il concentrato tecnologico offerto da Kia per uanto riguarda gli assistenti alla guida. Oltre al lane assist e lane departure warning, abbiamo il cruise control adattivo con frenata automatica di emergenza e ripartenza autonoma e possibilità di seguire l'auto che ci precede fino ad una velocità massima di 180 km/h. Non mancano retrocamera, sensori di parcheggio, riconoscimento dei segnali stradali e rear traffic alert.

QUANDO ARRIVA? Bella domanda. La nuova Kia Proceed debutterà negli showroom entro la primavera del 2019, ma i più ansiosi di voi potranno già toccarla con mano in occasione del prossimo Salone di Parigi in programma ad inizio ottobre. Ancora in fase di definizione i prezzi. Ecco le foto live dal Salone di Parigi 2018

 

Picture-Credit: Stefan Baldauf / Guido ten Brink


TAGS: kia salone di parigi 2018 parigi 2018 kia ceed kia proceed proceed gt kia parigi 2018