Autore:
Andrea Rapelli

TRADIZIONE CONSOLIDATA Puntuale come il panettone a Natale, l'Istituto Europeo di Design ha presentato al Salone di Ginevra 2015 il suo 11° modello, la IED Syrma. Progettata dal Master in Transportation Design, si propone come supercar innovativa sia nel design sia nella sicurezza.

POLIGLOTTA Nata da un'idea dell'allievo cinese Xingwu Li, la IED Syrma ha un design cattura sguardi, fatto di linee morbide ma decise, con il parabrezza a goccia, il muso basso e i gruppi ottici appena accennati. Il tutto condensato in dimensioni piuttosto generose (473x198x115 cm), più che sufficienti per un abitacolo in grado di ospitare tre adulti su sedili affiancati, con il conducente al centro.

IBRIDA APPASSIONATA... Il propulsore termico, montato posteriormente, è un V6 biturbo da circa 4 litri. Ad accompagnarlo, un motore elettrico ad elevata efficienza per una potenza totale pari a 900 cv, scaricati sulle ruote posteriori. Volendo, la IED Syrma può anche sfruttare le batterie per marciare (brevemente) a zero emissioni.

...E SICURA Non paghi, gli studenti dello IED che hanno lavorato al progetto (fra i quali, purtroppo, non c'è nessun italiano) hanno voluto aggiungere un'ulteriore chicca: quando marcia in modalità elettrica, la Syrma proietta davanti a sé immagini e messaggi via laser per farsi vedere dagli altri utenti della strada.