Pubblicato il 26/02/21

FINAL DESTINATION Per il secondo anno di seguito il Salone di Ginevra marca visita, eppure molti Costruttori, alle classiche date dei primi di marzo, sono ancora affezionati. Vedi Hyundai, che come giorno della world premiere virtuale del suo nuovo mini-crossover sceglie proprio martedì 3 marzo (ore 11). Dopo mesi di anticipazioni a spizzichi e bocconi, finalmente il mondo auto - ed in particolare il vivacissimo segmento dei B-SUV - farà conoscenza con nuova Hyundai Bayon, soltanto l'ultimo di una famiglia numerosa che - in Europa - già comprende Kona, nuova Tucson, Nexo e Santa Fe.

Hyundai Bayon, i primi teaser

BAYON CHRONICLE Breve ripasso delle informazioni sin qui rese pubbliche. Il nome Bayon trae spunto dalla caratteristica cittadina di Bayonne, nel Sud-Ovest della Francia, e proprio per guizzare tra le strette vie delle città europee sono studiate forme e dimensioni esterne del veicolo, dalla lunghezza che dovrebbe oscillare attorno ai 4 metri, 4 metri e 10. Distintivo il design, grazie a luci di posizione diurne (DRL) strette e allungate, separate dai fanali anteriori in modo da generare una personalissima firma luminosa. La presa d’aria che si estende per tutta l’ampiezza del frontale accentua la sensazione di maggiore larghezza, mentre l'ampia griglia rafforza la presenza su strada. Nella parte posteriore, luci di stop a forma di freccia posizionate agli estremi laterali e collegate da una sottile linea rossa. Bayon un SUV elettrico? No, vi confondete con Hyundai Ioniq 5. sotto il cofano aspettiamoci semmai il 3 cilindri 1.0 turbo benzina. Ma non è ovviamente escluso, successivamente, l'ingresso di una o più varianti ibride. Vendite a partire da giugno 2021 circa.

Hyundai Bayon, world premiere il 2 marzo

STUDIATA AD ARTE Per celebrare il lancio globale di Bayon, in programma in forma digitale come impone il protocollo (la mattina del 2 marzo vi forniremo le coordinate per seguire la diretta), Hyundai chiama a raccolta nove artisti internazionali – tra cui l’italiana Camilla Alberti – e chiede loro di creare opere d’arte uniche, ciascuna delle quali ispirate a uno dei caratteristici elementi di design del modello. L'artista ceco Jan Gemrot, ad esempio, traduce le luci posteriori a forma di freccia in un'originale opera (vedi sotto) che evoca la libertà e il dinamismo. Altri lavori saranno presentati durante l’anteprima in streaming, mentre tutte e nove le opere accompagneranno l'intera campagna di lancio.


TAGS: hyundai suv compatti hyundai bayon world premiere