Foto restomod Ferrari 250 GTO: Squalo di GTO Engineering
Restomod

Squalo GTO Engineering: la replica della leggendaria Ferrari prende forma


Avatar di Alessandro Perelli , il 05/07/22

1 mese fa - Versione moderna di un classico Ferrari degli anni '60

Svelata la monoscocca in fibra di carbonio con il motore V12 da 460 CV di quest'auto ispirata alla 250 GTO del Cavallino Rampante

LEGGENDA ITALIANA POTENTE E LEGGERA Un nuovo restomod di un’icona dell’automobilismo italiano e mondiale sta prendendo forma; infatti, dopo le foto dell'auto svelate circa un anno fa, GTO Engineering ha mostrato la sofisticata monoscocca in fibra di carbonio e il motore che saranno alla base della Squalo, la sua auto sportiva ispirata alla Ferrari 250 GTO. Sia la monoscocca sia tutti i pannelli della carrozzeria saranno realizzati in leggera fibra di carbonio, assicurando all’auto un peso inferiore ai 1.000 kg. Gli specialisti britannici affermano che la Squalo dovrebbe avere una ripartizione del peso del 55% sull’anteriore e 45% sul posteriore, con un baricentro molto basso. Tuttavia, sono stati effettuate numerose altre lavorazioni per garantire che l'auto sia più leggera possibile.

Restomod GTO Engineering Squalo: monoscocca in fibra di carbonio e V12 longitudinale Restomod GTO Engineering Squalo: monoscocca in fibra di carbonio e V12 longitudinaleDETTAGLI CHE FANNO LA DIFFERENZA Ad esempio, sarà montato un motorino di avviamento leggerissimo e la trasmissione sarà comandata da un cambio con una frizione e un volano più leggeri del 25% rispetto allo standard di mercato, secondo quanto dichiarato dal costruttore. Sotto il cofano della Squalo troverà posto un V12 aspirato da 4,0 litri. Questo motore è stato costruito da zero da GTO Engineering e trae ispirazione da un originale Ferrari V12 da 4,0 litri del 1960. Questo motore sarà dotato di quattro alberi a camme e il regime si spingerà fino a 10.000 giri/min, ma forse la cosa più impressionante di tutte è che pesa appena 165 kg, ovvero 11 kg in meno rispetto a un motore Ferrari originale di stesso frazionamento e per una potenza di 460 CV.

VEDI ANCHE



Restomod GTO Engineering Squalo: il disegno dell'abitacolo Restomod GTO Engineering Squalo: il disegno dell'abitacoloIL COMMENTO DEL MANAGER Conosciamo la maggior parte delle Ferrari V12 alla perfezione e recentemente abbiamo pesato un motore V12 da 4,0 litri del 1960; era di 176 kg come unità completa con il motorino di avviamento, l'olio e anche i tubi di riempimento dell'olio”, ha affermato l'amministratore delegato di GTO Engineering Mark Lyon“È molto più leggero di un moderno V12 e sappiamo di poter fare ancora meglio con le nostre conoscenze, nonché con i progressi e le tecniche moderne. Ogni parte e configurazione del nostro V12 a quattro alberi a camme è stata completamente rifocalizzata per garantire che il nostro motore per la Squalo sia il migliore possibile”.

Restomod GTO Engineering Squalo: modello in scala ispirato alla Ferrari 250 GTO Restomod GTO Engineering Squalo: modello in scala ispirato alla Ferrari 250 GTODESIGN CLASSICO E INTERNI SENZA FRONZOLI La factory inglese ha mostrato i primi disegni degli interni dello Squalo circa 12 mesi fa. La plancia è lineare, priva di touchscreen e includerà un volante con corona in legno e controlli analogici per il sistema di climatizzazione. Sedili avvolgenti con schienale fisso e niente airbag sono altre caratteristiche di questo restomod britannico. Per ora non sappiamo di più. Bisogna attendere che il progetto vada avanti per aver indicazioni su performance, data di lancio, numero di esemplari e prezzo.


Pubblicato da Alessandro Perelli, 05/07/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox