Ford, nuovo cambio manuale senza frizione come Mercedes Classe A?
Innovazione

Ford, idea cambio manuale senza frizione. I precedenti


Avatar di Lorenzo Centenari , il 15/02/22

3 mesi fa - Depositato il brevetto per un cambio meccanico senza il terzo pedale

C'è la leva del cambio, non c'è il terzo pedale. L'Ovale deposita il brevetto per un cambio meccanico con innesti automatizzati

''Salvatemi'', grida lui disperato. Lui è il caro vecchio cambio manuale, un accessorio che in Italia conserva la sua folta schiera di affezionati, e che invece nella gran parte dei Paesi occidentali da tempo appartiene alle specie in via di estinzione. Anche all'estero c'è tuttavia chi prova un senso di rimorso, e vuole rimediare. E dopo l'iniziativa di Toyota del cambio manuale ''virtuale'' su auto elettriche, ora è Ford che torna in argomento. Pare infatti che l'Ovale abbia depositato il brevetto per un cambio manuale senza frizione. Non per le elettriche, bensì per auto con motore termico. È il principio - in parte già noto - del cambio semiautomatico: leva del cambio sì, terzo pedale no. O meglio: c'è, ma puoi anche dimenticartene.

Cambio manuale Ford senza frizione: il pedale c'è, ma non lo usi Cambio manuale Ford senza frizione: il pedale c'è, ma non lo usi

L'ORA DI TECNICA Il progetto Ford consiste in sostanza in un sistema che consente all'utente di cambiare marcia semplicemente spostando la leva del cambio, mentre ad azionare la frizione provvede un attuatore elettrico comandato dai sensori di pressione sul pomello stesso. Sensori i quali rilevano quando la propria mano inizia il movimento della leva e anticipano l'innesto della marcia successiva, calcolando in autonomia la corretta attivazione della frizione in base a fattori come regime di rotazione del motore e velocità della ruota. Dovrebbe essere prevista anche una modalità più sportiva, in grado di elevare la sensibilità della superficie capacitiva del pomello, e col processo di cambiata che scatta non appena il guidatore impugna la leva.

Ford e il cambio manuale ''clutchless'': sensori elettronici sul pomello Ford e il cambio manuale ''clutchless'': sensori elettronici sul pomello

VEDI ANCHE



CAMBIO IO, NO TU NO Con questa nuova trasmissione, Ford manifesta l'intenzione di semplificare la guida manuale e, al tempo stesso, preservare il piacere di cambiare marcia individualmente. Sarebbe tra l'altro prevista, a quanto pare, anche la possibilità di tornare ad assumere il pieno controllo della frizione, cioè di disattivare la funzione semi-automatica e disaccoppiare gli organi meccanici in modo tradizionale, premendo il pedale. Un algoritmo anti-stallo compenserebbe in ogni caso l'eventuale scarsa azione di ''spremitura'' del comando da parte del guidatore, completando il processo in modo elettronico.

Mercedes Classe A (1997), la prima con cambio semi-automatico Mercedes Classe A (1997), la prima con cambio semi-automatico

IL CASO CLASSE A Sempre in attesa di sapere se il brevetto Ford sfocerà in una soluzione realmente disponibile per le vetture di produzione, non sarebbe la prima volta che un Costruttore esplora l'alternativa del manuale clutchless. La mente corre, in particolare, al cambio manuale automatizzato in dotazione a Mercedes Classe A prima edizione (1997), a sua volta un sistema grazie al quale il driver poteva cambiare marcia agendo sulla leva, senza doversi preoccupare di premere alcun pedale. Commercialmente parlando, l'esperienza Classe A non fu per la verità chissà quale successo. Ma erano altri tempi, e il sistema Ford promette un grado di tecnologia assai superiore.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 15/02/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox