Pubblicato il 29/07/20

COME UN LEGO Trending su Twitter per le ragioni sbagliate, eBussy è il nuovo concept dell’azienda tedesca Electric Brands, che produce già scooter elettrici. L’idea è affascinante e intrigante al tempo stesso: un mezzo estremamente versatile, modulare, a zero emissioni, che l’utente può “costruirsi” su misura scegliendo il tipo di telaio, l’allestimento e la quantità di moduli di batteria da montare a bordo.

eBussy: tutte le varianti di carrozzeria

UN PICCOLO BULLI? Dal punto di vista estetico i richiami al Bulli di Volkswagen sono abbastanza evidenti, a cominciare dal “muso” simpatico e dalla forma a “scatolone arrotondato”, completamente simmetrica. Del resto, quando si cerca di massimizzare lo spazio a bordo e sfruttare al meglio ogni centimetro cubo a disposizione, difficile fare di meglio. Due i telai disponibili, uno per gli spostamenti in città e uno più rialzato, destinato agli usi professionali. Le dimensioni dell’eBussy sono ugualmente compatte: 365 cm di lunghezza, 164 cm di larghezza, e un’altezza che oscilla, a seconda della configurazione, tra i 189 e i 204 cm. Il peso dovrebbe essere compreso tra i 450 e i 600 kg (batterie/conducente esclusi).

eBussy: off road pickup

COPPIA MONSTRE Per tutti i modelli il motore ha una potenza limitata a una ventina di CV (15 kW), a cui corrisponde la assurda coppia di 1000 Nm (sì, avete letto bene, mille) ripartita su tutte e quattro le ruote. Per quanto riguarda la batteria, l’allestimento base prevede otto moduli da 1,25 kWh (per un totale di 10 kWh), che può essere portato fino a 24 moduli, per un totale di 30 kWh. L’autonomia, rispettivamente, è di 200 km e 600 km. Nel telaio da pick-up le batterie sono alloggiate sotto il pianale, mentre nella versione van trovano posto nel retro del veicolo, in un pratico “vassoio” che ne permette l’estrazione e la sostituzione.

eBussy: l'alloggiamento delle batterie nella versione van

ANCHE SOLARE A parte la ricarica tradizionale, l’eBussy integra una serie di pannelli solari sul tetto che dovrebbero, stando alle dichiarazioni della casa, assicurare un’autonomia di 200 km al giorno (con il contributo della frenata rigenerativa).

COME LO VUOI TU La modularità dell’eBussy permette di realizzare una serie di varianti davvero imponente, dal classico furgoncino con ribaltabile al camper per le vacanze in famiglia. Stando a quanto dichiara Electric Brands, la filosofia con cui è stato sviluppato il sistema è quella dei mattoncini LEGO, per cui sostituire una parte con l’altra non dovrebbe richiedere tecnici specializzati o chissà quali attrezzi

eBussy: versione camper

GUIDA A DESTRA O SINISTRA? La stessa flessibilità si ritrova anche all’interno, con opzioni di sedili singoli, panche, e persino il sistema di guida drive-by-wire senza collegamenti meccanici con trasmissione e motore, che permettono rapidamente di cambiare posizione di guida: a sinistra, destra e centrale. Non ci viene in mente nessuno scenario in cui possa servire davvero tanta elasticità, ma se si può fare... perché no?

eBussy: il cruscotto drive-by-wire

IN PRE-ORDINE Al momento l’eBussy esiste solo come concept, e anche le immagini di questo articolo sono solo render 3D ufficiali. Electric Brands è comunque molto fiduciosa della bontà della sua idea, al punto da aver intenzione di avviare la produzione a metà del 2021, e aver già aperto le prenotazioni: si può bloccare il proprio eBussy con un anticipo di mille euro. Rimborsabile, se si cambia idea. Il prezzo finale dovrebbe partire da circa 15.800 euro per il modello base, e arrivare a 28.000 euro per la versione più ricca. In ogni caso, un prezzaccio.

TROPPO BELLO PER ESSERE VERO? Se ve lo state chiedendo anche voi, sappiate di non essere i soli. L’eBussy arriverà mai sul mercato? Si tratta di un progetto troppo ambizioso per poter essere realizzato? Staremo a vedere. Certo è che il piccolo camper modulare ci ha decisamente incuriositi. E chissà che l’ID.Buzz di Volkswagen non abbia finalmente un degno rivale.


TAGS: furgone mobilità elettrica camper ev Ebussy electric brands