VIA ALLE TELEFONATE Check list terminata, da Parigi autorizzano il decollo. DS 3 Crossback si prepara a spiccare il balzo e a raggiungere la quota di crociera: oggi stesso 12 febbraio il via agli ordini, prime consegne a partire dalla tarda primavera 2019. Volerà alto, il mini-Suv del brand francese più ambizioso del momento? La sua è una mission dal coefficiente di difficoltà piuttosto alto, tuttavia il fratellino di DS 7 Crossback ha tutti i requisiti per rivaleggiare ad armi pari coi premium-crossover di categoria. A cominciare dal listino prezzi, non di certo popolare, ma nemmeno fuori target: si parte da 26.200 euro (PureTech 100 So Chic), si chiude a 32.900 euro (Pure Tech 155 Automatico Performance Line). Eccezion fatta per DS 3 Crossback La Premiére, edizione di lancio in vendita per un periodo limitato (deadline a giugno 2019) al prezzo rispettivamente di 38.500 euro (PureTech 130 Automatico) e 40.500 euro (PureTech 155 Automatico).

DS 3 Crossback

MOTORI Nuova DS 3 Crossback pesca dunque dai magazzini PSA sia il pluridecantato 3 cilindri 1.2 PureTech turbo benzina, già omologato Euro 6.3 e declinato negli step da 100 cv (da 26.200 euro), 130 cv (29.700 euro) e 155 cv (31.700 euro), sia (sponda diesel) il 1.5 BlueHDi (Euro 6.2) nelle potenze da 100 cv (da 27.700 euro) e 130 cv (31.200 euro). Cambio manuale a 6 rapporti o automatico-sequenziale a 8 marce, di serie per PureTech 130/155 e BlueHDi 130. Entro il 2019, anche DS 3 Crossback E-Tense, prima DS 100% elettrica: 100 kW di potenza, 300 km di autonomia (ciclo Wltp), ricarica batterie in 30 minuti (80%). 

DS 3 Crossback, maniglie porte a scomparsa

DOTAZIONI Articolata e appetitosa è come sempre anche l'offerta allestimenti. In configurazione So Chic, DS 3 Crossback è già provvista di fari anteriori a LED, vetri oscurati, maniglie porte a scomparsa (un'autentica chicca stilistica), sensori di parcheggio posteriori, e al proprio interno Digital Cockpit con display da 7 pollici, schermo centrale da 7 pollici con porta Usb e connessione Bluetooth, clima automatico. Tra i sistemi di assistenza alla guida, di serie frenata automatica di emergenza, cruise control, Lane Keeping Assist e riconoscimento segnali stradali. L'equipaggiamento Performance Line (+1.200 euro) aggiunge i fari posteriori a LED, rivestimenti in pelle e Alcantara, più altri dettagli sportivi come pedaliera e soglia porte in alluminio, mentre la principale caratteristica della versione Business (prezzi identici a Performance Line) è la presenza di un display di diagonale superiore (10,3 pollici) con navigatore integrato (DS Connect Nav).

LIMITED EDITION A motivare un simile surplus di prezzo per DS 3 Crossback La Première sono squisiti dettagli come la selleria esclusiva interamente rivestita in pelle Nappa color rosso rubino, i cerchi in lega da 18 pollici dal design cesellato, il badge in plancia di edizione limitata, inoltre un aiuto alla guida particolarmente evoluto come il DS Drive Assist: frenata d'emergenza fino a 140 km/h e (semi)autonomous driving di secondo livello.

DS 3 Crossback, gli interni

VIVE LA FRANCE Un capitolo a parte meritano poi le cosiddette Ispirazioni. Come per DS 7 Crossback, anche DS 3 Crossback può vestire alternativamente Bastille, Rivoli ed Opera, patriottici nomi di pacchetti interni per sedili, plancia e volante, uno più elegante dell'altro. Già, il B-Suv che condivide la meccanica (o buona parte di essa) con Citroen C3 Aircross è un tripudio di arte moderna, qualità artigianale, riferimenti ai simboli della grandeur francese: il motivo triangolare che riecheggia un po' dovunque e un esplicito richiamo alla piramide del Louvre. Si accennava alle chance di successo di un prodotto come DS 3 Crossback in un segmento monopolizzato da tedesche: vero, però è altrettanto vero che in Italia il lusso cresce, anche il lusso che ha la forma degli sport utility compatti (+27% nel 2018). Margine ce n'è: per ritagliarsi spazio, muovere il volano, e a poco a poco, candidarsi come alternativa valida e matura.


TAGS: suv compatti ds automobiles ds3 crossback PSA Group ds3 crossback la première