Pubblicato il 03/09/20

SITUAZIONE IN MIGLIORAMENTO Due giorni fa abbiamo riportato i primi, confortanti dati dal mercato dell’auto in Italia: pur in una situazione ancora complicata, ad agosto sono stati registrati volumi di vendita paragonabili a quelli dello scorso anno (con una flessione dello 0,5% rispetto allo stesso mese del 2019). Merito, soprattutto, degli incentivi governativi e delle promozioni messe in atto dalle case. Nel frattempo, da Bruxelles arrivano i dati di vendita (per tipologia di alimentazione) relativi a tutta l’Europa.

Mercato europeo 2020: i dati di ACEA

AUTO A BENZINA E GASOLIO

Nel corso del secondo trimestre dell’anno il mercato è stato colpito dalla pandemia di coronavirus, come ben sappiamo. Le auto a benzina hanno subito un tracollo di vendite, rispetto allo scorso anno, del 55%, passando dagli oltre due milioni venduti nello stesso periodo del 2019 alle 929.309 unità di questo trimestre. Cifre paragonabili per il mercato del gasolio, che cala del 53.4%, con un venduto di 526.645 vetture. Nel complesso, la quota di mercato della benzina si assesta al 51,9%, rappresentando ancora più della metà delle auto vendute, mentre il gasolio passa al 29,4% del totale delle nuove auto vendute.

AUTO CON ALIMENTAZIONI ALTERNATIVE

Mercato europeo 2020: i dati per tipologia di alimentazione

Da aprile a giugno le immatricolazioni di veicoli elettrificati sono cresciute del 53,3%. ACEA classifica in un unico segmento le auto ricaricabili a corrente, includendo quindi i soli veicoli elettrici e le plug-in, le vetture con motore termico e una batteria di media capienza capace di garantire qualche decina di km di autonomia a zero emissioni. Questo settore è in forte crescita, e passa dal 2,4% dello scorso anno al 7,2% di questi ultimi tre mesi. In espansione soprattutto il settore delle PHEV, ossia le plug-in (+133.9% a livello europeo), con 66.128 nuove auto immatricolate, mentre fatica un po’ di più il segmento delle elettriche pure (BEV, Battery Electric Cars), salite del +12.7%, con un totale di 63.216 unità vendute.

IBRIDE TRADIZIONALI Cala leggermente il settore dell’ibrido tradizionale (HEV), con una perdita del 7.1%. Quella dell’ibrido rimane comunque l’alimentazione alternativa più apprezzata in Europa, dove ha una quota di mercato pari al 9,6%.

Mercato europeo 2020: l'andamento rispetto allo scorso anno

METANO E GPL Più forte la contrazione delle alimentazioni a GPL e metano, che vede un calo del 50,5%, dovuto in particolare alla contrazione complessiva del mercato italiano, uno dei più forti per queste motorizzazioni.Nel secondo trimestre 2020 sono state vendute 34.656 unità, con una quota di mercato pari al 1.9% del totale.

I DATI IN ITALIA 

Per quanto riguarda il nostro paese, i dati nello specifico dicono che

ELETTRICHE (BEV)
+17,3% rispetto al secondo quadrimestre del 2019
+96,7% dall’inizio dell’anno (rispetto allo stesso periodo del 2019)

IBRIDE PLUG-IN (PHEV)
+101,3% nel secondo trimestre (rispetto al secondo trimestre del 2019)
+132,7% dall’inizio dell’anno (rispetto allo stesso periodo del 2019)

IBRIDE (HEV)
-2,7% nel secondo trimestre (rispetto al secondo trimestre del 2019)
+12,1% dall’inizio dell’anno (rispetto allo stesso periodo del 2019)

GPL e METANO
-54,6% nel secondo trimestre (rispetto al secondo trimestre del 2019)
-42,7% dall’inizio dell’anno (rispetto allo stesso periodo del 2019)

BENZINA
-59,9% nel secondo trimestre (rispetto al secondo trimestre del 2019)
-46,3% dall’inizio dell’anno (rispetto allo stesso periodo del 2019)

GASOLIO
-62,5% nel secondo trimestre (rispetto al secondo trimestre del 2019)
-56% dall’inizio dell’anno (rispetto allo stesso periodo del 2019)


TAGS: gasolio benzina europa bev acea phev Coronavirus mercato dell’auto HEV