Autore:
Marco Rocca e Simone Dellisanti

DA DOVE COMINCIAMO Quale scegliere? Oggi è la Renault Clio, la compatta tanto amata dagli italiani, la protagonista della nostra serie di comparative in cui mettiamo a confronto la stessa auto ma con motorizzazioni diverse. In particolare, la Clio Diesel 1.5 dCi da 90 CV sfida il modello equipaggiato con il 3 cilindri da 0.9 litri turbo a doppia alimentazione benzina/GPL da 90 CV, su piacere di guida e costi di gestione. Indecisi sulla scelta? Vi aiutiamo noi.

LA DIESEL Il 4 cilindri diesel 1.5 dCi da 90 CV è una vecchia conoscenza. A mio avviso uno dei migliori motori a gasolio di piccola cilindrata oggi in commercio. Euro 6 vanta 220 Nm di coppia già a 1.750 giri e un cambio a 5 marce rapido e ben spaziato.

LA GPL Il tricilindrico sovralimentato da 898 cc ha 90 CV a 5.000 giri e 140 Nm a 2.500 giri. L'impianto a gas è fornito da Landi Renzo, è installato direttamente nella fabbrica turca dove viene assemblata. Il serbatoio di GPL ha una capacità di 35 litri (di 45 litri quello della benzina) e si trova sotto il piano di carico del bagagliaio, al quale in ogni caso non sottrae un centimetro cubo di spazio. Il volume resta dunque quello originario di 300 litri tondi tondi, un buon valore per la categoria. Il cambio? Manuale a 5 marce.

ALLA GUIDA DEL DIESEL 90 cv possono sembrare pochi sulla carta, ma questo turbodiesel ha un bel caratterino. Vivace sin dai bassi regimi, assicura riprese abbastanza brillanti pure in quinta marcia; rendono la guida piacevole anche la corretta spaziatura dei rapporti del cambio e la discreta capacità d’allungo. La sesta marcia non c’è, ma con una quinta da 130 km/h a 2.600 giri non c’è troppo da lamentarsi, perché il motore non si fa sentire troppo. Le prestazioni? 178 km/h per 11.6 sec nello 0-100 km/h

ALLA GUIDA DEL GPL La Renault Clio Gpl si conferma, anche lei, piacevole alla guida. Il benzina turbo da 90 CV a tre cilindri è brillante e non vibra anche al minimo. Per godere di una bella spinta bisogna portare l’ago del contagiri attorno ai 2.500 giri. Nel passaggio dall'alimentazione a benzina a quella a gas non si avverte il minimo sussulto: Renault dichiara 90 cv sia a benzina sia a GPL. La velocità massima è di 180 km/h per uno 0-100 in 13 secondi. Anche in questo caso manca la sesta marcia ma in autostrada il 3 cilindri non si fa troppo sentire.

I COSTI Passiamo ora all'argomento dei costi, che abbiamo affrontato, come ormai sapete, con l'aiuto delle tabelle calcolate dall'ACI. Nessuna differenza per il bollo auto: si parla della stessa identica cifra sia per il motore a gasolio sia per il gpl, ossia 170 euro. C’è una differenza alla voce costi non proporzionali (bollo, ammortamento e RCA) rispettivamente di 2.910 euro per la diesel contro 2.604 euro della GPL. I costi proporzionali, invece, che comprendono deprezzamento, carburante, pneumatici, manutenzione e riparazione comportano per il gpl spese superiori. Secondo le stime ACI, 19 centesimi del diesel contro 0,20 centesimi per chilometro per la gpl a causa del deprezzamento maggiore di quest’ultima.

QUASI PARI Tirando le somme, per una percorrenza annua di 10 mila chilometri, il conteggio totale indica in circa 48 centesimi al chilometro il costo del gasolio contro 46 centesimi al chilometro per la versione gpl. Al traguardo dei 40 mila chilometri l'anno, la versione gasolio è in vantaggio con 26 centesimi al chilometro contro 27 del gpl.

ECCO PERCHE' Ma come mai questi numeri non sono a favore del GPL? Perché secondo l’Aci un’auto a gasolio fino a un litro e mezzo di cilindrata (come la nostra Clio) nella sua vita possa durare per 250mila km. Mentre una a benzina di questa cilindrata possa farne al massimo 150mila. I conti dell’Aci, che premiamo il gasolio, si basano proprio su questo presupposto. ma se di strada ne fate poca e magari non arriverete mai a fare quei km totali, possiamo vedere quanto, al contrario, i consumi siano a favore del GPL.

GPL IN VANTAGGIO Con la diesel, in media, ci vogliono 7,3 euro per fare 100 km mentre appena 3,2 euro per farli a GPL. Come a dire anche che con i soldi in più spesi per la diesel (1.200 euro) mi compro la GPL e ci faccio quasi 37mila km ancora prima di aver acceso il motore della diesel. Vi state chiedendo i prezzi delle due vetture? La Renault Clio benzina+gpl parte da 14.950 euro. La diesel attacca a quota 16.150 euro.

VANTAGGI E SVANTAGGI  L’unico grosso svantaggio per la diesel è rappresentato dal giro di vite che molte amministrazioni comunali stanno effettuando sul gasolio. Per ora, nel caso di Milano ad esempio, a partire dal 2019 il blocco sarà relativo solo ai diesel Euro 3 e 4. Il GPL non è tra i cattivi ma nemmeno tra i buoni perché da alcune amministrazioni, anche a fronte di emissioni nocive sensibilmente più basse dei diesel e dei benzina, non gode dell’accesso gratuito nella Aree ZTL. E poi c’è la questione del parcheggi interrati che per le auto a GPL non può andare oltre il primo piano sotto il livello stradale. E i rifornimenti? In Italia ci sono circa 4.000 distributori che però non sono posizionati in centro città ma in periferia. Insomma voi da che parte state?  

 

 


TAGS: renault clio duel renault clio gpl renault clio diesel renault clio configuratore renault clio prezzi renault clio 2018 nuova renault clio 2017