Logo MotorBox
Prova speciale

Mi sono innamorato della Mazda CX-60 Diesel mild hybrid. Ecco perché


Avatar di Emanuele Colombo , il 14/03/24

3 mesi fa - Video: le opinioni sulla Mazda CX-60 mild hybrid Diesel dopo la prova

In video le opinioni sulla Mazda CX-60 e-Skyactiv D M-Hybrid: dopo la prova su strada la Diesel mild hybrid ha davvero convinto

Mazda è da sempre uno dei miei marchi preferiti. E non solo per la piccola spider MX-5, che è il simbolo del piacere di guida accessibile, ma un po’ per tutta la gamma: per la qualità e per l’eleganza che ne fanno un marchio dalle doti premium, senza scadere nel barocco. E per una qualità della vita a bordo che non teme confronti. Ho provato la CX-60 e-Skyactiv D M Hybrid, con il motore Diesel mild hybrid e la trazione posteriore. Ecco che opinioni mi sono fatto.

Mazda CX-60 Takumi, il frontale Mazda CX-60 Takumi, il frontale

DESIGN E INTERNI

Non vi racconto quello che potete vedere da soli. Fuori la Mazda CX-60 è maestosa. Imponente. Solenne. Forse meno sportiva di come mi aspetto una Mazda, infatti il lungo muso è più alto e squadrato: meno affilato di quello di una CX-5, per dire. Ma l’effetto lusso c’è tutto, specie nelle tinte metallizzate come il Soul Red Crystal - uno dei rossi più belli sul mercato -  o nel grigio scuro Machine Grey, che trovo davvero azzeccato per la sua profondità. Sotto al grande cofano batte un cuore nobile, come dice la targhetta sul fianchetto: ''Inline 6'' sta a indicare un motorone a 6 cilindri in linea, una scelta da vera auto premium, che non tutte le tedesche di pari livello offrono più, limitandosi ai motori a 4 cilindri. Ma come vedremo, puntare sul sei cilindri - e di grossa cubatura - è davvero un'ottima scelta.

Mazda CX-60 Takumi, il posto di guida Mazda CX-60 Takumi, il posto di guida

A BORDO Ma è soprattutto dentro che questo maxi SUV mi fa sentire a casa, perché non mi complica la vita con una tecnologia scenografica quanto inutile, come fanno i marchi più pomposi. Qui respiro il lusso della semplicità: comandi intuitivi mi mettono a portata di mano le funzioni che davvero mi servono. Un pomellino qua e regolo il volume della musica, qualche pulsantino là e scelgo la temperatura del clima bi-zona di serie. Non devo distrarmi a navigare tra menu touch (che qui proprio non ci sono) per fare cose che dovrebbero sempre essere così: facili da azionare senza dover togliere gli occhi dalla strada. Lo schermo dell’infotainment non dimostra tutti i suoi 12,3 pollici, perché è basso e largo: ma in questo modo non copre la visuale. La sicurezza si fa anche così. Di tecnologia nella Mazda CX-60 ce n’è tanta, ma è di quelle che migliorano le cose senza farsi vedere. Per esempio la presa a 220 V dietro al mobiletto centrale: più utile di quanto non si pensi se devi ricaricare più di un semplice smartphone.

Mazda CX-60 Takumi, la presa a 220 V Mazda CX-60 Takumi, la presa a 220 V

AL VOLANTE

Quando guido tra le curve, questo macchinone lungo 4,74 m si muove disinvolto, senza shakerare i passeggeri nei cambi di direzione. Ci riesce usando le pinze dei freni posteriori per rendere più controllati i movimenti dell’abitacolo, a tutto vantaggio del comfort. Una tecnologia chiamata Kinematic Posture Control. Non ha le quattro ruote sterzanti, oggi tanto in voga, ma il suo raggio di sterzo molto contenuto non me le fa rimpiangere nelle curve strette e nelle manovre. A proposito di comfort, la Mazda CX-60 gioca la carta del silenzio: a bassa velocità sento il bel vocione del suo 6 cilindri che fa tanto premium, mentre in autostrada non è elettrica ma poco ci manca, grazie ad aperture ridotte al minimo nei lamierati, che tengono fuori i rumori il più possibile e pannelli fonoassorbenti in abbondanza per quelli che riescono a passare.

Mazda CX-60 Takumi , la prova su strada Mazda CX-60 Takumi , la prova su strada

VEDI ANCHE



SALA CONCERTI Reso l’interno una sala da concerti, non c’era che da studiare un impianto audio degno di una vera orchestra e il Bose a 12 altoparlanti opzionale è al di sopra di ogni sospetto. Ma anche l'impianto di serie suona pulito, grazie al Mazda Harmonic Acoustics: una tecnologia che filtra alcuni disturbi tipici delle sorgenti digitali e che ha richiesto 6 anni di progettazione. Non manca qualche “sboronata” come l’impostazione automatica della posizione di guida: prima indico la mia statura, poi lui stima l'altezza dei miei occhi tramite una telecamera e regola di conseguenza il sedile, il volante, gli specchietti e lo Head-Up Display.

Mazda CX-60 Takumi, le casse dell'impianto Bose Mazda CX-60 Takumi, le casse dell'impianto Bose

UN MOTORE FANTASTICO Al volante, adoro il Dieselone mild hybrid da 3,3 litri e 200 CV: forte come mi aspetto da un Diesel e cremoso grazie ai suoi sei cilindri in linea. Con 450 Nm di coppia la ripresa è trascinante. E poi consuma niente: con la CX-60 a trazione posteriore, e il cambio automatico a 8 marce di serie, Da Valmadrera sul lago di Como a San Donato Milanese ho registrato una media di 4,8 l/100 km con traffico piuttosto intenso. Di fatto, fuori città è facile rimanere al disotto di 6 l/100 km e nelle condizioni giuste si scende addirittura sotto i 4 l/100 km: parliamo di oltre 25 km/l con un “suvvone” da 18 quintali, a dimostrazione che una grossa cilindrata può far meglio del downsizing, nel mondo reale.

Mazda CX-60 Takumi, la scritta Inline 6 identifica l'architettura del motore Mazda CX-60 Takumi, la scritta Inline 6 identifica l'architettura del motore

QUANTO COSTA

Limitata, questa sì, la possibilità di confezionarsi una CX-60 à-la-carte, visto che interni in pelle e cerchi da 20 pollici non si possono avere sull’allestimento base, ma richiedono il passaggio a quelli superiori. I prezzi per la CX-60 con il Diesel mild hybrid da 200 CV partono da 53.120 euro, ma per allestire quella dei miei sogni, full optional, con gli interni che vedete nelle foto, con il bel gioco di pelle chiara e tessuto ricamato a vestire la morbida plancia, il configuratore online mi guida verso l’allestimento top Takumi, per una spesa complessiva di 68.270 euro. Per chi cerca un look più sportivo c'è la Homura, con interni in pelle total black, che costa pure 1.500 euro in meno.

Mazda CX-60 Takumi, il ricamo sulla mobida plancia in tessuto Mazda CX-60 Takumi, il ricamo sulla mobida plancia in tessuto

L'ACCESSORIO CHE NON TI ASPETTI Visto con quali auto si confronta la Mazda CX-60 mi fa risparmiare da una decina di migliaia a oltre ventimila euro, a parità di dotazioni: ottima scelta, insomma. E nel prezzo è compresa la garanzia di 6 anni o 100.000 km: il classico acquisto intelligente. Le luci ambient, è vero, sono monocolore, così come le manca la griglia anteriore illuminata. Ma piuttosto che stupire con effetti da discoteca, in certi frangenti è più cool poter tirare fuori fragole e champagnino ghiacciato a sorpresa: un gioco da ragazzi con il box caldo/freddo da 212 euro. Un accessorio che non ti aspetti.

SCHEDA TECNICA

Motore 6 cilindri in linea, 3,3 litri, turbo Diesel mild hybrid
Potenza massima di sistema 200 CV
Coppia massima di sistema 450 Nm
Velocità 212 km/h
0-100 km/h 8,4 secondi
Cambio Automatico a 8 rapporti
Trazione Posteriore
Dimensioni 4,74 x 1,89 x 1,68 m
Bagagliaio Da 570 a 1.726 litri
Peso 1.816 kg
Prezzo Da 53.120 euro

Pubblicato da Emanuele Colombo, 14/03/2024
Tags
Gallery
Listino Mazda CX-60
Allestimento CV / Kw Prezzo
CX-60 3.3 e-Skyactiv D Hybrid Boost 48V 200 CV Prime Line 200 / 147 53.120 €
CX-60 3.3 e-Skyactiv D Hybrid Boost 48V 200 CV Exclusive Line 200 / 147 55.120 €
CX-60 2.5 e-Skyactiv PHEV AWD Prime Line 192 / 141 55.135 €
CX-60 2.5 e-Skyactiv PHEV AWD Exclusive Line 192 / 141 57.135 €
CX-60 3.3 e-Skyactiv D Hybrid Boost 48V 249 CV AWD Exclusive Line 249 / 183 58.770 €
CX-60 3.3 e-Skyactiv D Hybrid Boost 48V 200 CV Homura 200 / 147 59.270 €
CX-60 3.3 e-Skyactiv D Hybrid Boost 48V 200 CV Takumi 200 / 147 60.770 €
CX-60 2.5 e-Skyactiv PHEV AWD Homura 192 / 141 61.285 €
CX-60 2.5 e-Skyactiv PHEV AWD Takumi 192 / 141 62.785 €
CX-60 3.3 e-Skyactiv D Hybrid Boost 48V 249 CV AWD Homura 249 / 183 62.920 €
CX-60 3.3 e-Skyactiv D Hybrid Boost 48V 249 CV AWD Takumi 249 / 183 64.420 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Mazda CX-60 visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Mazda CX-60
Vedi anche