Pubblicato il 19/09/20

OCCHIO AI COSTI Casa-ufficio, ufficio-casa: è questa la vita del commuter, che per spostarsi cerca un'auto comoda e pratica, possibilmente anche bella, ma soprattutto che faccia spendere il meno possibile per il vai e vieni quotidiano. Complice la caccia alle streghe che ha messo i diesel nel mirino, l'opzione ibrida ricaricabile è diventata la più intrigante, anche per le agevolazioni fiscali e di transito in molte ZTL. Ma comporta in genere prezzi d'acquisto più elevati. Conviene, oppure no? Facciamo due conti con l'aiuto della nuova Ford Kuga Plug-in Hybrid (qui le versioni ibride a confronto).

L'AUTONOMIA NEL MONDO REALE

La promessa di un'ibrida ricaricabile come la nuova Kuga plug-in è quella di farvi fare il casa-ufficio usando solo le batterie: al prezzo della corrente elettrica, ma senza sprecare neanche una goccia di benzina. O quasi. E senza farvi rinunciare ad autonomia e flessibilità nei rifornimenti quando andate in vacanza. Possibile? Partiamo dal casa-ufficio... Al volante del SUV di Ford, guidando tra Milano e Arluno, ho verificato un'autonomia nel mondo reale di 56 km: esattamente il dato dichiarato dalla casa calcolato in base al ciclo di omologazione WLTP.

Nuova Ford Kuga Plug-in Hybrid

LE CONDIZIONI DELLA PROVA Che il risultato sia esatto al chilometro, va detto, è anche dovuto alla fortuna: sarebbe bastato un po' di traffico in più o in meno, o una guida meno attenta da parte mia, per variare il risultato. Nondimeno è significativo, perché ottenuto non in una pista di prova o in condizioni particolari, ma in una giornata qualunque e in orari di traffico medio, con tanto di aria condizionata che pompava per tenere 20° in abitacolo, mentre fuori ce n'erano 32.

QUANTO CONSUMA A BATTERIE SCARICHE

IL CONSUMO IN AUTOSTRADA Se mi fossi mosso solo in città, sottolinea Ford, di chilometri avrei potuto farne fino a 68 prima di dover ricaricare e il dato è coerente con l'aumento di consumi misurato all'aumentare della velocità. Da computer di bordo, la Kuga plug-in assorbe circa 15 kW per viaggiare a 90 km/h in tangenziale, mentre ai 130 all'ora autostradali la richiesta di potenza quasi raddoppia. E in quest'ultimo contesto il consumo medio di benzina, una volta esauriti i 14,4 kWh della batteria agli ioni di litio, si assesta attorno ai 6,2 l/100 km.

GESTIRE LE BATTERIE Detto ciò, per chi ha lunghi percorsi urbani da affrontare o deve muoversi in zone che ammettono solo la guida a emissioni zero, può risultare comodo indicare all'auto quale strategia utilizzare: se sfruttare subito le batterie il più possibile o se mantenerle cariche per un uso successivo – per esempio se si deve raggiungere il centro storico venendo da fuori città. A voi la scelta: nella console centrale c'è un pulsante che vi permette di deciderlo, così come di impostare una gestione automatica del sistema ibrido o di forzare il motore a benzina a ricaricare le batterie.

IL CONSUMO IN CITTÀ In città, ho verificato, il sistema ibrido di Ford Kuga è molto efficace per ridurre i consumi anche quando la batteria è scarica. In un tratto di 20 km, percorso dopo aver esaurito l'autonomia e azzerato il computer di bordo, ho registrato un consumo medio 5,2 l/100 km: un dato impressionante se pensiamo che la Kuga è un SUV di 4 metri e 61 centimetri che supera i 1.900 kg, con il pieno e il sottoscritto alla guida.

Ford Kuga 2020 Plug-In Hybrid: quadro strumenti con computer di bordo

EFFETTO SPUGNA In particolare, il computer di bordo ha indicato che, pur partendo con batteria scarica, dei 20 chilometri di cui sopra ne ho percorsi più di 14 con la sola elettricità recuperata durante i rallentamenti e le frenate: come dire che per quasi tre quarti della strada, ho utilizzato energia che su un'auto tradizionale sarebbe stata semplicemente sprecata.

LA FRENATA RIGENERATIVA Alla fine diventa quasi un gioco cercare di sfruttare al meglio la cosiddetta frenata rigenerativa, ossia quella fase della decelerazione che ricarica le batterie. Si ottiene prolungando il più possibile il rallentamento, che quindi deve essere dolce e costante. A ogni arresto, il display della Kuga mi dice quanto sono riuscito a recuperare. Imparare a ottenere sempre il 100% non è difficile, se ci si abitua a guidare con occhio lungo e alla fine, oltre al risparmio alla pompa, c'è la soddisfazione personale.

IL CONSUMO DICHIARATO Chiaramente nell'uso quotidiano, se si ha modo di ricaricare la batteria durante la notte o mentre si è in ufficio, i chilometri fatti in modalità elettrica sono per così dire gratis per il computer di bordo, che dunque finisce per indicare consumi irrisori. A dar retta al ciclo WLTP, che citavo prima, la media dovrebbe essere di 1,4 l/100 km.

QUANTO COSTA LA RICARICA

Detta così sembra la quadratura del cerchio: la Ford Kuga Plug-in Hybrid è un bel suv, molto spazioso, pratico e bello da guidare. E poi è ben assettato, curva con sicurezza e agilità, e i suoi 225 cavalli gli permettono di raggiungere i 200 km/h e i 100 all'ora da fermo in 9,2 secondi: consumando pochissimo. Andate a guardare il video della mia prova su strada, se volete saperne di più. Peccato che i chilometri fatti in modalità elettrica non siano affatto gratis. Anzi...

IL COSTO ALLE COLONNINE Se sia o meno un risparmio fare il commuting viaggiando in elettrico dipende da quanto pagate la corrente. Se contate di ricaricare a casa, verificate con attenzione il costo al kWh del vostro contratto di fornitura. Nella mia prova ho fatto il pieno di energia da una colonnina Enel X con l'app JuicePass, che mi ha fatto pagare 40 centesimi al kWh: un valore medio in riferimento al mercato, che tra abbonamenti e tariffe a consumo può farvi spendere molto meno, ma anche molto di più.

Ford Kuga 2020 Plug-In Hybrid ST-Line X: la presa di ricarica

NON TUTTE LE RICARICHE SONO UGUALI Dei 14,4 kWh della batteria non tutti si usano: auto elettriche e plug-in mantengono sempre una certa carica per non logorare gli accumulatori. E non tutte le ricariche sono uguali, perché il clima influisce sull'energia utilizzata per climatizzare batteria ed elettronica di controllo. In piena estate, una ricarica mi è costata fino a 5 euro e mezzo, ossia quasi 10 euro l'energia per 100 km, stando ai dati forniti dalle colonnine. La domanda è: quanto deve consumare un'auto tradizionale per battere l'elettrica nel costo carburante?

A CONFRONTO CON LE ALTRE KUGA Con il gasolio a 1,295 euro al litro, stando alla media rilevata su scala nazionale, dovrei consumare più di 7,7 l/100 km perché viaggiare alla spina fosse più conveniente di un'auto diesel. E con la verde a 1,421 euro a litro, la guida elettrica conviene solo se l'auto a benzina beve in media più di 7 l/100 km. Vale la pena sottolineare che tutte le Ford Kuga a benzina o Diesel consumano meno di così in base al ciclo WLTP: quello, per capirci, che indica in 56 km l'autonomia elettrica della Kuga plug-in e che ha trovato esatto riscontro nella mia prova su strada.

SCEGLIETE BENE LA TARIFFA Questi conti, sia chiaro, sono indicativi visto che i prezzi dei carburanti alla pompa cambiano quotidianamente e che per l'energia – lo dico a costo di ripetermi – si può anche spendere meno. Per esempio collegandovi alla presa di casa, dove la spesa può addirittura avvicinarsi allo zero, se avete già un impianto fotovoltaico. I bassi consumi rilevati con la Kuga con le batterie scariche sono un valore assoluto e non si discutono, ma scegliete bene da chi comprare l'energia se volete che il commuting elettrico vi convenga davvero!

QUANTO COSTA LA FORD KUGA PLUG-IN HYBRID

Resta lo scoglio del prezzo dell'auto: una Ford Kuga plug-in hybrid parte da 38.250 euro e il nostro allestimento ST-Line X attacca a 42.000 euro. Ma la nuova Ford Kuga Plug-in Hybrid rientra tra le auto che godono di ecoincentivi generosi, che fino a esaurimento fondi possono renderla competitiva con le corrispondenti versioni a benzina e Diesel.

SCHEDA TECNICA FORD KUGA PLUG-IN HYBRID

Motore

2.488 cc, 4 cilindri benzina plug-in hybrid

Potenza

225 CV

Velocità

200 km/h

0-100 km/h

9,2”

Consumo

1,4 l/100 km (WLTP)

Autonomia

56 km

Trazione

anteriore

Cambio

automatico eCVT

Dimensioni

4,61 x 1,88 x 1,68 m

Bagagliaio

da 411 a 1.481 litri

Prezzo

da 38.250 euro

IL VIDEO DELLA PROVA

A questo punto dovreste avere già tutte le informazioni che servono sulla Ford Kuga Plug-in Hybrid, ma se volete condividere con noi l'esperienza della prova, nella gallery qui sotto trovate il video realizzato in presa diretta: per guardarlo basta un clic. Buona visione!


TAGS: ford kuga 2020 ford kuga ibrida ford kuga plug in hybrid ford kuga st line ford kuga s t line