Pubblicato il 21/04/20

RASSEGNA STAMPA Della nuova Skoda Octavia 2020 sappiamo ormai quasi tutto. Ve ne ho raccontato versioni e caratteristiche nell'articolo di approfondimento e ve ne ho mostrato le novità nel video live dalla presentazione internazionale. Una sola cosa manca all'appello: come si guida? Che effetto fa al volante? In tempi di lockdown per l'emergenza coronavirus i soli a provare la versione di serie sono stati alcuni giornalisti della stampa estera e in attesa che l'Italia riparta non ci resta che riportare i tratti salienti delle opinioni di terzi...

L'AUTO DEL TEST Tra i pochi fortunati ad aver effettuato il test drive in barba al coronavirus c'è Greg Kable dell'inglese AutoCar, che ha guidato una Octavia Wagon diesel, a trazione anteriore, con il 2.0 TDI da 150 CV. Naturalmente si tratta di un allestimento top, con le dotazioni più ricche disponibili a listino: cambio automatico DSG a doppia frizione e 7 rapporti e ammortizzatori a controllo elettronico Dynamic Chassis Control.

Skoda Octavia 2020, gli interni

RELATA REFERO Da quello che racconta emerge il ritratto di un'auto (prevedibilmente) equilibrata, capace di soddisfare perfettamente le esigenze quotidiane. Piace la ripresa del motore fin dai bassi regimi: la coppia massima di 360 Nm, dopotutto, si ha già a 1.600 giri! Meno convincente è l'allungo, che fa perdere slancio oltre i 4.500 giri. Ottimo il comportamento in autostrada, dove l'elasticità e la fluidità del propulsore esaltano il comfort di marcia. Manca un po' di pepe, pare, ma i consumi sembrano ragionevolmente contenuti, dice Greg (che cita però i 4,5 l/100 km dichiarati dalla Casa nel ciclo WLTP). Inoltre il cambio automatico, con l'introduzione del nuovo comando by wire che troviamo anche sulla nuova Golf, sarebbe ancora più fluido che in passato.

LE TARATURE DELL'ELETTRONICA All'Octavia SW 2.0 TDI (che all'estero si chiama Combi) mancherebbe un po' di sportività, compensata da sicurezza e comfort. Da un lato il controllo elettronico di stabilità interviene ancora prima che si avvertano fenomeni di sotto o sovrasterzo (prevenire è meglio che curare!). Dall'altro, lo sterzo avrebbe curve di carico ben tarate: leggero alle basse velocità, per risultare meno stancante nel traffico cittadino, acquista la giusta consistenza all'aumentare dell'andatura.

BENE NEL MISTO Il giornalista inglese sottolinea comunque che con la modalità di guida più sportiva l'auto è agile e precisa sulle strade ricche di curve, con un buon feeling offerto dallo sterzo e un rollio ben tenuto a bada dall'assetto: assetto che si dimostra molto competente, d'altra parte, nell'assorbire le irregolarità del fondo stradale una volta selezionato il driving mode Comfort (in combinazione con pneumatici Continental Winter Contact 205/55 17). Come cambierà il giudizio nel momento in cui potremo provare le versioni a benzina, ibride e, perché no, la nuova Octavia a metano? Siamo curiosi di scoprirlo. Ma questa volta di persona!

Fonte: Autocar


TAGS: skoda skoda octavia skoda octavia sw octavia wagon