prova su strada
Bentley Continental GTC 2019

Bentley Continental GTC test della cabrio 4 posti più veloce

La prova della Bentley Continental GTC 2019 con il W12 6.0 litri da 635 CV. Ecco come va la cabrio 4 posti più veloce del mondo

45 0
Autore:
Matteo Gallucci

INCONTRO REVERENZIALE Essere al cospetto di una Bentley è sempre un’esperienza unica e sui generis. Il lusso fatto ad auto che attira sguardi da ogni angolazione questa volta prende il nome di Continental GTC: nientemeno della cabrio a quattro posti più veloce del mondo. Giù il cappello davanti a tanta classe in salsa british che ha saputo coniugare perfettamente l’elegante stile da convertibile a quello sportivo di gran turismo. 

QUANTO SONO BRITISH Perfettamente? Sì, perché nonostante le cromature delle enormi griglie, mascherina, cornici luci e dettagli interni le proporzioni, generose, sono perfettamente bilanciate tra loro tanto da far sembrare la GTC 2019 un atleta elegante e per nulla goffa, come se fosse più corta dei suoi 4,85 metri di lunghezza. L’eleganza inglese viene positivamente contaminata dall’appartenenza tedesca della piattaforma. Il Gruppo VW (proprietario della Casa della B alata) ha messo a disposizione per la nuova Bentley GTC la piattaforma della Porsche Panamera che alleggerisce il nuovo modello del 20% rispetto alla precedente versione irrigidendola del 5%. Una piattaforma che aiuta anche a ridurre gli sbalzi, raccordando meglio l’anteriore con il posteriore per avere una pulizia di design omogenea e totale. Eleganza che viene mantenuta sia a capote aperta sia a capote chiusa: un esercizio che richiede 19 secondi di pressione su un tasto dedicato inserito nel tunnel centrale a patto di rimanere sotto i 50 km/h.

INTERNI BAROCCHI Se il design della carrozzeria attira gli sguardi, tanto da volerla custodire in un salotto “bene” di casa propria al posto di un ombroso garage, gli interni vettura sono da denuncia per molestie. Prima che consumarli con gli occhi l’impulso è quello di toccare, toccare e ancora toccare la pregiata selleria come tutta l’enorme plancia a sviluppo orizzontale che racchiude segreti con effetti speciali. Uno di questi si cela dietro al tasto con la dicitura “SCREEN”: premendolo lo schermo digitale touch-screen da 12,3 ‘’ ruoterà su se stesso per trasformarsi in un elegantissimo pannello in tinta con la plancia con tre quadranti tondi quasi vintage. 

VERSO L’INFINITO E OLTRE Il test drive è durato poche ore nel caotico traffico milanese prima di raggiungere la rampa autostradale in direzione Pavia. Giusto giusto per provare appena uscito dal desertico casello il tiro dell’impressionante W12 da 6.0 litri e 635 CV che scatta da 0-100 km/h in soli 3,8 secondi. Il tiro è formidabile per il peso della vettura di circa 2.500 kg che grazie alla trazione integrale scarica i 900 Nm di coppia su tutte e quattro le ruote, sì in maniera rabbiosa ma omogenea tra i 1.500 e i 6.000 giri.  Manco a dirlo impossibile, senza rischiare l’arresto o peggio, la verifica della velocità massima raggiungibile che da scheda tecnica recita 333 km/h di punta

PRIMA CLASSE Prestazioni da supersportiva senza controindicazioni. Infatti buche, pavé o dossi non saranno mai un problema a bordo della Continental GTC 2019: grazie alle sospensioni pneumatiche si può alzare la vettura cliccando un comodo tasto dal menu dedicato oltre a personalizzare il comportamento e risposta di sterzo, erogazione ed handling della vettura “giocando” con le modalità di guida: “Sport”, “Bentley” (standard), “Comfort” e “Custom” (personalizzato). In modalità “Sport” si avverte in scalata il borbottio proveniente dai terminali di scarico e la musica del W12 riempie, volutamente, il silenzio di marcia. Trattandosi di una versione Convertible è davvero impressionante l’insonorizzazione dell’abitacolo con la capote che “funziona” come un tetto vero e il comfort rimane elevato anche quando si viaggia “en plain air” grazie al frangivento che previene ed elimina il rumore di fastidiosi fruscii in abitacolo. Per chi poi non può fare a meno di ascoltare la radio o la propria playlist preferita l’esemplare della prova era dotato dell’impianto audio Naim da 2.200 W con 18 altoparlanti e Active Bass Transducers integrati nei sedili anteriori.

OPTIONAL E PREZZO Guidare un vero e proprio sogno a quattro ruote è durato meno di mezza giornata ma il risveglio più “brusco” è stato aprire il listino Bentley per andare a configurare l’esemplare provato. Il prezzo della Bentley Continental GTC parte da 192.000 euro a cui vanno aggiunti solo 3.118 euro di trasporto in Italia e messa in strada perché le auto vengono assemblate tutte a Crewe, in Inghilterra. Le personalizzazioni sono, quasi, infinite tanto da poter far diventare ogni singola Continental GTC 2019 potenzialmente un pezzo unico e di alta manifattura artigianale. Infatti l’esemplare in prova portava con sé più di 50.000 euro di optional per un prezzo finale di 245.370 euro. Un sogno, caro, ma giustificato dalla cura maniacale e sartoriale per il dettaglio con un bagaglio tecnico incredibilmente all’avanguardia ed un’estetica mozzafiato.


TAGS: bentley prova su strada continental gtc bentley continental gtc 2019

News
Bentley Continental GT 2019 novità sotto al cofano con il V8

La terza generazione con il motore V8 da 550 CV e 770 Nm di coppia

18 0
Back To Top