Autore:
Danilo Chissalè

BECCATA! Cosa si può trovare sulle strade bavaresi alle idi di marzo? Sicuramente tanto freddo, biondi tedesconi e, se si è fortunati, la nuova BMW R1200 RT, beccata durante un test ride dai ragazzi di MCN. Non è stato facile riconoscerla, ad un primo sguardo può sembrare praticamente identica al modello che sostituirà, ma con un’analisi più attenta si possono scorgere dettagli succulenti.

PIÙ TECNOLOGICA Sul ponte di comando il primo cambiamento, la strumentazione ibrida analogico/digitale verrà sostituita dal nuovo pannello TFT, che dalle foto sembra di dimensioni davvero generose, molto simile a quello equipaggiato dalla R1200 GS. Potrà interfacciarsi con lo smartphone, mostrerà tante informazioni utili sulla moto come tensione della batteria, pressione delle gomme, le indicazioni del navigatore e i classici livelli di carburante e temperatura dell’acqua, velocità e numero di giri.

FASATURA VARIABILE Sotto le imponenti sovrastrutture c’è la vera grossa novità del model year 2018, il nuovo motore boxer a fasatura variabile. Già avete letto bene, anche la Casa dell’Elica, dopo Ducati Multistrada e Suzuki GSX-R 1000, adotterà questo sistema per distribuire in maniera più efficiente la coppia poderosa del boxer. Le indiscrezioni parlano di un aumento di cubatura fino a 1250 cc portando la potenza a circa 150 CV, il valore più alto mai raggiunto da un motore boxer marchiato BMW. La R1200 RT sarà il banco di prova del nuovo propulsore che, quasi certamente, verrà utilizzato sul resto delle moto BMW motorizzate dal bicilindrico a cilindri contrapposti. Quando arriverà sul mercato non è ancora chiaro, ma con Intermot 2018 di Colonia in arrivo il 2019 potrebbe essere l’anno buono.


TAGS: bmw motore boxer moto bmw bmw r1200 rt bmw r1200 rt anteprima nuova bmw r1200 rt bmw r1200 rt foto bmw r1200 rt nuovo schermo bmw r1200 rt nuovo motore bmw r1200 rt potenza bmw r1200 rt foto spia motore fasatura variabile