Autore:
Simone Dellisanti

MEGLIO IL VECCHIO Anche Dave Greenwood, ingegnere di pista in Ferrarisembra condividere appieno le parole di Kimi Raikkonen, il pilota che segue durante le gare. Il precedente layout di Silverstone ha più fascino rispetto alla configurazione odierna e ha fatto tornare vecchi ricordi nella mente dell'ingegnere. "Ho molti ricordi della vecchia Silverstone. E’ uno dei primi circuiti dove sono stato da piccolo e ho assistito come spettatore". Ha dichiarato Greenwood. "Il tracciato oggi è molto cambiato da allora e l’aggiunta del Wellington Straight (il rettilineo che si trova tra la curva 5 e la curva 6 del circuito) lo ha reso più lungo. Nonostante queste recenti modifiche la pista conserva molte delle vecchie caratteristiche e richiede ancora una buona efficienza aerodinamica per poter essere affrontata al meglio".

STRATEGIA DI GARA Se la vecchia configurazione del tracciato era molto stressante per le gomme anteriori, il nuovo layout è molto impegnativo per le gomme posteriori. Per quanto riguarda l’usura, "è abbastanza bilanciata tra i quattro pneumatici. Per questo motivo la strategia si assesterà sulle due soste oppure su un singolo pit stop".

METEO In Gran Bretagna non si può mai essere sicuri con il meteo che rappresenta sempre una incognita da tenere in considerazione. La pioggia può arrivare da un momento all'altro: "Anche il meteo può svolgere un ruolo interessante, lo abbiamo visto lo scorso anno a metà gara, vedremo cosa accadrà quest’anno.


TAGS: silverstone Raikkonen f1 gp inghilterra scuderia ferrari dave greenwood