Autore:
Andrea Minerva e Simone Dellisanti

RALLY ADRIATICO Anche nel 2017, il rally dell’Adriatico si presenta come la prima delle due gare su terra previste dal calendario del Campionato Italiano. Il quarto appuntamento della Serie tricolore si terrà dal 12 al 14 maggio, e ancora una volta il quartier generale del rally sarà la città di Cingoli, mentre a Jesi toccherà il compito di ospitare il Parco Assistenza. Confermata anche la partenza da Senigallia.

PROVE SPECIALI Rispetto al recente passato, il percorso non prevede grandi variazioni, confermando l’attitudine e la peculiarità del rally dell’Adriatico ad essere una delle gare su terra più veloci e spettacolari in assoluto. In concomitanza con il Campionato Italiano, questa gara ospiterà nel 2017 anche il secondo appuntamento del neonato Campionato Italiano Rally Terra. In totale le prove speciali saranno 15, con un chilometraggio totale più lungo rispetto al passato, in osservanza dei nuovi dettami regolamentari relativi alla stagione 2017.

APPUNTAMENTO DECISIVO Le prime 9 prove speciali verranno disputate nel corso della prima tappa, al termine della quale si svolgerà la consueta prova spettacolo. Nel 2016, il successo andò ad un grande e straordinario specialista di questa gara, il veronese Umberto Scandola alla guida della Skoda Fabia R5 di Skoda Italia Motorsport. Il podio fu poi completato da Simone Campedelli e Danilo Fappani con la Ford Fiesta R5 del team Orange1 racing, mentre al terzo posto si piazzò, con una prestazione piuttosto sorprendente, Denis Colombini, veloce per tutto il weekend di gara con la Skoda Fabia R5. Per le sue particolari caratteristiche tecniche, per la conformazione del percorso e per essere il crocevia posto a metà del Campionato Italiano rally, l' "Adriatico” si conferma come uno degli appuntamenti decisivi della stagione


TAGS: cir 2017 rally adriatico 2017