Autore:
Luca Cereda

GOSSIP-CAR L’avevamo pizzicata per la prima volta tempo fa, tra le pagine di una brochure scappata dagli uffici della Toyota. Ora, a distanza di qualche mese, ecco la nuova Toyota Yaris 2011 nelle sue prime foto ufficiali diffuse in rete dopo la presentazione in anteprima appena avvenuta in Giappone. Verrà lanciata in Europa a metà estate, nelle concessionarie arriverà invece solo a settembre con due motori benzina che verranno seguiti a ruota da una variante diesel e, successivamente, dalla Yaris ibrida.

A MUSIO DURO Dalla prima “paparazzata” ad oggi la nuova Yaris non è cambiata molto. In compenso, lo stacco con la prima generazione è abbastanza netto, soprattutto nel design: tanti saluti allo stile pulito e pacioso della vecchia che tanto piaceva alle donne, come già nella brochure si lasciava palesemente intendere, e spazio a linee tese, spigoli, che per incattivire un po’ la Toyota Yaris - sperando così di aumentare la clientela maschile – finiscono col movimentare fin troppo frontale e posteriore.

LATO B Davanti cambia tutto: la mascherina a “V”, gli occhioni che da tondi e innocenti si fanno stretti e furbetti, il cofano dallo scollo a “V” sottolineato da due nervature convergenti e paraurti decisamente sfaccettati. Anche la coda però volta pagina: meno tonda e levigata, sfoggia parafanghi e paraurti più muscolosi e gruppi ottici tagliati verso il basso. A congiungerle ci sono due fiancate che seguono il trend del momento, partendo basse per poi salire nella linea di cintura.

STRETCHING Non ci sono foto degli interni, per ora. Le misure invece sì: la nuova generazione (389 cm) è lunga 10 cm in più della precedente, più bassa di 2 cm (151) e ha il passo allungato di 5 cm (251), ma mantiene la stessa larghezza di prima (170 cm). In buona sostanza, grazie a questo lavoro di stretching si promettono ai passeggeri posteriori quasi 4 centimetri in più di spazio per le gambe. Un altro passo in avanti dovrebbe essere stato fatto in merito all’isolamento dei rumori e delle vibrazioni.

IBRIDO A RUOTA Al momento del lancio la nuova Toyota dovrebbe proporre due motorizzazioni a benzina, le classiche della giapponesina: un 1.000cc da 69 cavalli e, anche munito di start&stop, un 1.3 litri da 90 cv.  In Giappone è stata varata col CVT, mentre in Europa avrà di serie un cambio manuale a 5 marce. A distanza di qualche mese, nel 2012 inoltrato, dovrebbero debuttare a ruota le varianti a gasolio e ibrida.

NIENTE PEPE Quanto alla versione RS, ritratta nelle brochure pubblicate tempo fa e caratterizzata da un allestimento che prevede motore 1.5 litri da 107 cavalli, cerchi da 16’’ in lega, paraurti modificato e piccolo spoiler posteriore, al momento il suo sbarco in Europa sembra invece da escludere.


TAGS: salone di ginevra 2011 toyota yaris 2011