Autore:
Salvo Sardina
Pubblicato il 29/12/2019 ore 14:00

LA RIVOLUZIONE DEL RALLY 136 cavalli di potenza sfrecceranno presto su terra e fango, in mezzo agli alberi, sfidando intemperie e superfici insidiose. Senza alcun rumore, se non quello delle gomme che stridono sull’asfalto o che spezzano rami e foglie secche. Sfida accettata da Opel che, dopo aver presentato la nuova Opel Corsa, ne ha contestualmente immaginato la sua versione sportiva. Elettrica. E da rally. Una rivoluzione per il mondo delle corse contro il cronometro, che vedrà la luce nel 2020 con le qualificazioni alla ADAC Opel e-Rally Cup.

La Opel Corsa-e Rally impegnata nei test a Dudenhofen

TEST A TUTTA BIRRA Proprio in vista di questa importante scadenza – le prime tappe del monomarca si svolgeranno già a luglio, qui il calendario completo – gli ingegneri del comparto Motorsport della casa del Fulmine sono al lavoro al Centro Prove di Dudenhofen. Obiettivo? Calibrare la batteria per renderla in grado di fronteggiare tutte le condizioni, per lo più estreme e di certo inedite per le macchine full electric, che la Corsa-e Rally si troverà ad affrontare. “Abbiamo due obiettivi – ha dichiarato Jörg Schrott, direttore di Opel Motorsport – in questa prima fase. Le due auto macinano chilometri per ottenere la massima quantità di dati. Non esiste alcuna esperienza di auto rally elettriche, per cui inizialmente abbiamo dovuto affidarci a calcoli e simulazioni, che vengono gradualmente sostituiti dai dati reali. Ci stiamo concentrando inoltre sui carichi e sulla gestione della temperatura della batteria nelle condizioni tipiche delle prove rally e dobbiamo adattare il software. Ho il piacere di comunicare che il programma procede senza intoppi”.

Opel Corsa-e Rally, immagini dai test al centro prove Opel di Dudenhofen

ROAD MAP Insomma, per il momento la Corsa-e Rally sfreccia con l’obiettivo di macinare chilometri e raccogliere dati. Già a gennaio, però, la sua batteria – che è di fatto la stessa che sarà montata sulla versione stradale – sarà spremuta al massimo per simulare le prime prove speciali. Lo svezzamento, dopo il necessario e fondamentale periodo di allattamento. La piccola sportiva avrà anche a disposizione una modalità “pioggia” per ridurre la coppia e fornire maggiore trazione su terreni scivolosi, da affiancare a quella “competizione” per sprigionare tutti i 136 cavalli di potenza. Sarà poi presente anche una modalità “eco” orientata al risparmio energetico da usare per i trasferimenti e il parco assistenza, utile a preservare l’autonomia complessiva di 337 km. Terminata l’attuale fase di test, il comparto Motorsport di Opel produrrà le prime 15 Corsa-e Rally da vendere ai partecipanti della e-Rally Cup.


TAGS: opel Opel Corsa-e Opel Corsa-e Rally Corsa elettrica Opel Corsa e-Rally Cup