Pubblicato il 23/12/2019 ore 18:50

DELOREAN DRIFT Ormai dovreste sapere che se siete amanti della DeLorean, l'auto resa mitica dalla saga di Ritorno al Futuro, potete sempre contare su MotorBox. E infatti ecco a voi un nuovo video che riguarda l'iconica DeLorean DMC-12, unica auto mai prodotta dalla DeLorean Motor Company, tra il 1981 e il 1983. In questo caso ci troviamo di fronte a un filmato piuttosto impressionante, realizzato per illustrare un progetto nientemeno che dell'Università di Stanford. Se non è più una novità la guida autonoma, non si può dire lo stesso del drifting autonomo, ma quello a cui hanno lavorato i ricercatori riguarda proprio l'idea di auto che possano correre, sgommare e fare tutte le evoluzioni che ci piace guardare in pista... senza pilota.

IL VIDEO Fa un bell'effetto guardare un'auto compiere certe evoluzioni e curvare in modo aggressivo ma preciso senza alcun intervento umano, ed è grazie a un software decisamente accurato e innovativo, messo a punto dai ricercatori di Stanford, che questo è possibile, come si può ammirare nel video che vi forniamo per il vostro intrattenimento natalizio.

 

I DETTAGLI L'auto messa a punto da Stanford è stata giustamente battezzata MARTY (nome che richiama quello del protagonista di Ritorno al Futuro, interpretato da Michael J. Fox), ed è equipaggiata con una coppia di motori elettrici. L'auto inoltre presenta sospensioni sistemate ad hoc, freni più grandi, un roll-bar completo e una serie di computer montati dietro i sedili. La DeLoeran traccia la posizione grazie a due antenne GPS precise fino a un pollice (2,54 cm), e nel giro di pochi secondi è in grado di calcolare precisamente quale percorso intraprendere sulla base della mappa della pista.

COSA SUCCEDE Nel video possiamo vedere una corsa tra gli ostacoli della lunghezza di un chilometro, svolta con due passeggeri a bordo: nessuno dei due però è alla guida dell'auto. Come potete osservare nell'impressionante video, l'auto arriva sempre all'ultimo momento utile per curvare, e poi lo fa in maniera aggressiva e perfetta, come farebbe un pilota navigato. L'intelligenza artificiale dell'auto è stata infatti realizzata a partire dal modus operandi dei piloti professionisti e dal loro modo di controllare le manovre.

La DeLorean elettrica che drifta senza pilota

LA DICHIARAZIONE L'ingegnere a capo del progetto, Chris Gerdes, ha dichiarato: ''Finora i risultati sono decisamente eccezionali. I sistemi di controllo della stabilità delle auto moderne limitano il controllo del pilota in maniera molto restrittiva rispetto a quelle che sono le vere potenzialità delle auto. Con MARTY abbiamo potuto stabilire confini molto più ampi all'interno dei quali poter operare in sicurezza, e abbiamo potuto rendere stabile l'auto anche in condizioni difficili''.


TAGS: drifting delorean guida autonoma università stanford delorean elettrica