Pubblicato il 22/10/2018 ore 19:05

FUORI MENU Era entrata in listino solo quest'estate l'opzione Full Self-Driving e ora Tesla ha smesso di promuoverla, togliendola dall'elenco degli accessori per le Tesla Model S, Tesla Model 3 e Tesla Model X. Full Self-Driving sarebbe ancora disponibile, fa sapere Elon Musk via Twitter, ma l'intenzione sarebbe quella di cancellarla definitivamente, riporta il sito The Verge.

DI CHE SI TRATTA Come si è detto, Full Self-Driving è una dotazione a richiesta: un pacchetto aggiuntivo di sensori del costo 3.000 dollari. Ulteriore miglioramento del sistema Enheance Autopilot (altri 5.000 dollari), sarebbe in grado di dare alle Tesla funzioni di guida completamente autonome in quasi tutte le circostanze, nel momento in cui queste fossero autorizzate dalla legge: grazie al montaggio di 8 telecamere, in luogo delle 4 di serie.

POCA CHIAREZZA “Tutto ciò che dovete fare”, diceva la pubblicità di Tesla, “è salire a bordo e dire all'auto dove volete andare. Se non dite nulla, l'auto vi porterà al vostro prossimo appuntamento segnato in agenda, oppure a casa se non avete eventi in calendario”. Secondo Musk, il sistema Full Self-Driving genererebbe troppa confusione nei clienti su ciò che l'auto è in grado di fare: per questo verrà eliminato e reintrodotto solo quando sarà davvero pronto.

SOFTWARE IN RITARDO Dal punto di vista software, nell'aggiornamento Autopilot 9.0 avrebbe dovuto esserci la nuova funzione Navigate, studiata per permettere all'auto una guida semi-autonoma più efficace in autostrada. Ritardi nella validazione, però, hanno escluso Navigate dall'aggiornamento. Primo di una serie di nuove funzioni di assistenza, avrebbe dovuto gestire il veicolo dalla rampa di ingresso fino a quella di uscita delle highway americane, prendendo l'uscita corretta e suggerendo al guidatore i cambi di corsia.


TAGS: tesla tesla model x tesla model s guida autonoma tesla model 3 autopilot