UN NUOVO FORD SYNC La quarta generazione del sistema di infotainment integrato Ford Sync dovrebbe arrivare entro il 2020, anche se la casa americana non ha ancora specificato su quali modelli verrà inizialmente installato.

DODICI ANNI E NON SENTIRLI Presentato per la prima volta nel 2007, Ford Sync è il sistema integrato di infotainment montato sulle vetture della casa americana che gestisce chiamate, musica e altre funzioni di bordo. Le prime due versioni erano mosse dal sistema operativo Windows Embedded Automotive, sostituito per il Sync 3 da QNX, di proprietà di BlackBerry, che ha debuttato sui MY2016 di Ford.

UNA CPU PIÙ POTENTE Fin dalle prime immagini il Sync 4 appare immediatamente come un notevole passo avanti se confrontato alla generazione precedente, che pure aveva migliorato di molto la vita agli utenti rispetto a Sync 2. Tanto per cominciare, Sync 4 offre circa il doppio della potenza di calcolo, e ciò significa innanzitutto maggior reattività del display e dell’interfaccia utente. Quest’ultima è stata pesantemente rivista e rinfrescata e, da quel che si vede dalle prime immagini, più pulita e comprensibile.

Ford Sync 4

SCHERMI SEMPRE PIÙ GRANDI Ford Sync 4 è stato progettato fin dall’inizio pensando alle sempre maggiori dimensioni degli schermi delle vetture moderne: il software sarà ottimizzato per monitor con ampiezza che va dagli 8 ai 15,5 pollici. Da un lato, questo ci suggerisce quale sarà la dimensione minima dei display di infotainment delle prossime macchine Ford, dall’altro ci fa immaginare qualche futuro modello con uno schermo ancor più grande di quello - da record - della Tesla Model 3, da ben 15”.
 
MULTITASKING Dal momento che Ford Sync 4 supporta schermi così grandi, per quelli superiori ai 12” il sistema potrà visualizzare contemporaneamente due finestre, una più grande e una più piccola, per esempio mettendo il navigatore in primo piano e il lettore multimediale di fianco. Sugli schermi da 15,5” il sistema entra in modalità Adaptive Dash Cards, dove i diversi menu vengono gestiti da tab richiamabili dalla parte alta dell’interfaccia.

CLOUD E MACHINE LEARNING Oltre alla gestione di più finestre, Ford Sync supporterà connettività internet e salvataggi su cloud: per esempio, sarà in grado di localizzare centraline di ricarica per i veicoli elettrici e comprendere ordini impartiti in linguaggio naturale. Ford Sync 4 userà anche algoritmi di apprendimento automatico per aggiustare risposte e comportamenti adattandoli nel tempo a ogni specifico utente. Gli aggiornamenti al sistema avverranno in modalità OTA (Over the Air, quindi senza fili) in background, senza necessità di tenere ferma la macchina per consentire l’installazione degli update, che verranno inseriti a motore spento.


TAGS: ford infotainment ford sync