ADDIO ALLE FORATURE Il produttore di gomme Continental ha presentato un originale e intrigante prototipo di pneumatico ricco di tecnologia, che tra le varie cose è in grado di gonfiarsi da solo mentre l’auto è in movimento.

SENSORI A 360 GRADI Lo pneumatico in questione si chiama C.A.R.E. (Connected, Autonomous, Reliable, Electrified - Connesso, Autonomo, Affidabile, Elettrificato) e monta sensori in grado di valutare con continuità dati relativi alla profondità del battistrada, possibili danni, temperatura e pressione. Tutte queste informazioni vengono trasmesse al centro dati ContiConnect Live, dove è possibile intervenire da remoto sulle condizioni della gomma.

Continental: il prototipo di gomma che si gonfia da sola

SEMPRE IN PRESSIONE L’aspetto più interessante sta però nella tecnologia montata all’interno del cerchione, che Continental chiama PressureProof. Durante l’accelerazione dell’auto, due pompe raccolgono la forza centrifuga generata dalla rotazione per generare aria compressa, che viene poi immessa nello pneumatico. In questo modo la pressione della gomma è sempre quella giusta, con i vantaggi che ne derivano in termini di efficienza e riduzione delle emissioni inquinanti. L’aria compressa in eccesso viene immagazzinata in un piccolo serbatoio, usato solo in caso di necessità.

NON COSÌ IN FRETTA Se già vi immaginate di poter andare in giro senza più la preoccupazione di controllare il livello delle gomme, mettetevi pure l’anima in pace. Continental non ha ancora annunciato se e quando una simile tecnologia potrebbe entrare in produzione e comunque verrebbe utilizzata principalmente per le flotte di taxi robotizzati e per i veicoli a guida autonoma.


TAGS: continental gomme prototipo pneumatici