LO STUDIO Le auto elettriche hanno costi di assistenza e manutenzione più bassi rispetto alle loro equivalenti a benzina, si sente dire spesso: ora uno studio dell'inglese Cap Hpi, una società di analisi del gruppo Solera, ha calcolato quanto valgono davvero queste spese e le ha messe a confronto con quelli delle auto a motore tradizionale.

IL VANTAGGIO MEDIO Secondo lo studio, i costi medi di manutenzione e assistenza dei veicoli elettrici sono inferiori del 23% rispetto a quelli dei veicoli a benzina, se riferiti a un periodo di tre anni e 60.000 miglia (96.540 km).

CITYCAR A CONFRONTO La forbice si allarga per i veicoli più piccoli. Infatti per una Renault Zoe il costo di mantenimento per tre anni è calcolato in 1.248 euro, mentre una Vauxhall (Opel) Corsa 1.0T 90 Design comporta spese per 1.699 euro. L'incremento è del 35,7%.

Renault Zoe

E TRA LE COMPATTE... Una Nissan Leaf, il veicolo elettrico più venduto in Gran Bretagna, costa 1.358 euro in tre anni: il 19% in meno rispetto a una Volkswagen Golf 1.0 TSI 110 SE, che richiede in media interventi per 1.622 euro.

PERCHÉ RISPARMI “Le auto elettriche hanno motori con molte meno parti in movimento rispetto ai propulsori a benzina o diesel. Inoltre beneficiano di stili di guida più delicati che portano ad una minore usura dei freni e dei pneumatici”, osserva Chris Plumb, senior valuations editor di Cap Hpi.

CHI GUADAGNA E CHI PERDE Lo studio aggiunge che, grazie agli EV, gli automobilisti sono destinati a beneficiare di costi di gestione più bassi, mentre a vedersela brutta saranno i concessionari, per i quali i servizi collegati alla manutenzione sono una parte importante del fatturato.

Una Nissan Leaf in ricarica

CIÒ CHE LO STUDIO NON DICE Ci possiamo credere? La risposta è nelle premesse dello studio che, lo ribadiamo, calcola i costi su tre anni o 60 mila miglia. Ciò che succederà dopo non è contemplato. Peccato che anche le componenti elettroniche siano soggette a usura.

ANCHE L'ELETTRONICA SI USURA Per esempio, alcuni componenti chiave degli inverter, ossia i dispositivi che nei veicoli elettrici modulano la corrente, hanno una durata tipica compresa tra 30.000 e 50.000 ore di funzionamento. E gli inverter sono componenti dal costo non indifferente.

L'INCOGNITA DELLA BATTERIA Su un arco di 11 anni, che è l'età media delle auto degli italiani (fonte UNRAE), va poi considerata come assai probabile la necessità di sostituire la batteria. Le stesse Tesla e BMW garantiscono questo componente per non più di 8 anni.

Le batterie di una BMW i3

QUANTO COSTA CAMBIARLA Quanto costa una batteria per auto elettriche? Quella da 60 Ah per una BMW i3 (secondo EV più venduto in UK dopo la Nissan Leaf) costa a ricambio 19.638 euro iva inclusa. Nella cifra indicata non è compresa la manodopera per la sostituzione e le BMW i3 più recenti montano batterie anche più potenti, da 120 Ah.

SONNI TRANQUILLI Per mettervi al riparo da simili incognite, potete scegliere per le auto elettriche formule d'acquisto con batteria a noleggio oppure di noleggio a lungo termine della vettura stessa. Ma pensare che l'industria automobilistica le venda per rimetterci appare quantomeno ingenuo, non vi pare?


TAGS: auto elettriche manutenzione ev veicoli elettrici costi gestione