Autore:
Lorenzo Centenari

FURGONE SARAI TU Auto che mutuano dai van geniali trucchi salvaspazio, furgoni che a loro volta copiano le autovetture a tutto campo, dal design ai propulsori, passando per la sfera tecnologica. Tre generazioni già alle spalle e 2 milioni di unità vendute, Renault Trafic quarta edizione è pronto per discutere la tesi. Ed è sufficiente interrogarlo una manciata di minuti per ammettere che sì, ormai Trafic si guida come un'auto. D'altra parte, allo storico commerciale della Losanga piace vincere facile: per motore, stile, interni e dotazioni, il fratello maggiore di Kangoo non ha badato a spese. E a Casa madre ha chiesto il top. I risultati arrivano per forza.

CONNECTED VAN Di nuovo Renault Trafic (e nuovo Renault Master) vi abbiamo già parlato qui, ma ne approfitto per ripetere i concetti principali. La generazione 2019 guadagna innanzitutto posizioni nel concorso di bellezza, adottando ora i caratteristici fari anteriori "C-Shape" con tecnologia full Led, calandra con inserti cromati, avvicinandosi così nell'aspetto alle Renault passenger cars. Più personale è in generale l'intero frontale, ma è soprattutto a bordo, che Trafic si stacca dal passato e compie un balzo decennale sia in termini di cura dei dettagli (sellerie più tecniche, cromature sulle bocchette di aerazione, nuovo pomello cambio, nuova armonia Grigio Carbonio), sia soprattutto come software di infotainment. Ecco il sistema di navigazione Media Nav con display touch e compatibilità Apple CarPlay ed Android Auto. What else?

EURODIESEL Ma il protagonista di giornata è sotto il cofano e prende il nome di 2.0 Energy dCi, quattro cilindri diesel omologato Euro 6d-temp che grazie al turbo a geometria variabile raggiunge ora una potenza di 170 cv e una coppia motrice di 380 Nm. Più cavalleria, meno consumi: rispetto alla versione precedente, il risparmio di carburante ammonta a -0,6 l/100 km, e sulla lunga distanza è grasso che cola. Il 2.0 dCi esiste anche negli step da 120 cv e 145 cv (in gamma anche il 1.6 dCi 95 cv), ma è solo in configurazione 170 cv che Renault Trafic adotta per la prima volta la trasmissione automatica doppia frizione EDC a 6 rapporti. Pedale di sinistra, addio: il commerciale ora si guida come una berlina.

COME VA Ed è proprio un esemplare di Trafic 2.0 dCi 170 EDC, che scelgo come cavia per maturare qualche impressione a caldo. Non mi capita spesso di guidare un furgone, tuttavia la sensazione non è poi così lontana da quel feeling che ho sperimentato tutte quelle volte che ho condotto una monovolume o un multispazio. E nonostante 5 metri esatti di lunghezza (499 cm) e quasi 2 metri di larghezza (196 cm), al volante di nuovo Trafic mi sento come a casa. Perché la posizione è più automobilistica che non "commercial", il comfort di seduta e l'assorbimento di screpolature varie dell'asfalto, pure. Per non parlare della visibilità anteriore e laterale: per chi è abituato a vetrature rastremate e ingombri che puoi solo indovinare, una manna autentica.  

ALLA CASSA Grazie a coppia e potenza disponibili a regimi di rotazione minimi (a 1.500 rpm, il 2 litri già acquista vigore), grazie inoltre a una gestione intelligente delle marce da parte del doppia frizione EDC, guidare Renault Trafic è insomma oggi un esercizio alla portata anche di chi è completamente a digiuno di furgoni. A patto che il suo estratto conto non sia inferiore a 24.330 euro, cioè il prezzo Iva esclusa della versione base (1.6 dCi allestimento Ice). L'esemplare in prova costa invece 34.130 euro (sempre Iva esclusa), ma oltre alla potenza superiore, il pacchetto include anche cruise control, radar anteriore e posteriore di prossimità, cerchi in lega da 17 pollici, accesso ed avviamento senza chiave.

100 DI QUESTI TRAFIC A proposito di listino: il catalogo è un volume spesso un dito. Tra misure di lunghezza (5 metri o 5,3 metri), altezza (1,97 metri, 2,47 metri) e volume di carico (da 5,2 a 8,6 metri cubi), infine tra gli allestimenti Furgone, Doppia Cabina, Passenger Car e il super lusso SpaceClass, Renault Trafic esiste in 100 differenti versioni. E centinaia sono anche le funzioni alle quali il van della Régie si presta oggi ancora meglio che una volta. Di fronte alle concessionarie, tutte le previsioni danno "Traffico".


TAGS: renault prova su strada veicoli commerciali renault trafic