Primo contatto | Video

Tra i cordoli con la Aprilia Tuono 660 Factory, pregi e difetti in video


Avatar di Danilo Chissalé , il 17/06/22

2 settimane fa - La più pepata delle Tuono 660 messa alla prova tra i cordoli di Misano

Aprilia Tuono 660 Factory, la più pepata delle Tuono 660 messa alla prova tra i cordoli di Misano. Pregi e difetti in video

Quando vicino al nome di un Aprilia arriva la parola Factory le cose si fanno decisamente più interessanti, il know how della Casa di Noale viene condensato in quelle sette lettere e le moto – di per sé già validissime – diventano degli strumenti di guida mistici, quasi come le spade dei samurai. Questo trattamento è toccato alla piccola Tuono 660, la versione standard ci ha convinto, ma questa Factory promette di alzare ancora l’asticella. Per scoprire se la piccola naked bicilindrica è all’altezza di cotanto blasone l’ho messa alla prova in pista, tra i cordoli dell’Autodromo Marco Simoncelli di Misano Adriatico, in occasione dei Pirelli Day.

Aprilia Tuono 660 Factory nella pit lane di Misano Aprilia Tuono 660 Factory nella pit lane di Misano

COME CAMBIA

Nessuno stravolgimento estetico, il nuovo corso estetico Aprilia, iniziato proprio dalle piccole 660, piace e d viene confermato anche sulla Tuono 660 Factory: faro anteriore a LED con funzione cornering, semi carenature con funzione aerodinamica, coda alta e slanciata che in questa versione preferisce il monoposto, ma la sella passeggero viene consegnata al momento dell’acquisto. A differenziarla dalla versione standard a livello estetico ci pensa la colorazione – anzi la non colorazione – Factory Black, con il nero che prevale su tutte le plastiche enfatizzato da piccoli accenni di rosso che fanno tanto racing.

CICLISTICA FACTORY La prima differenza sostanziale con la Tuono 660, ma anche con la sorella carenata RS660, sta nel comparto sospensioni. I benefici del “trattamento” Factory portano in dote una forcella Kayaba da 41 mm completamente regolabile così come il monoammortizzatore Sachs, che ha addirittura la regolazione per il freno idraulico alle alte o basse velocità. Rimane identico alla Tuono 660 “standard” l’impianto frenante con pinze anteriori Brembo 4.32 (pompa radiali che mordono dischi da 320 mm, dietro il disco è da 220 mm.

Aprilia Tuono 660 Factory, le sospensioni sono uno degli upgrade rispetto al modello standard Aprilia Tuono 660 Factory, le sospensioni sono uno degli upgrade rispetto al modello standard

MOTORE DA RS Dalla cura Factory non poteva certo esimersi il motore, ovviamente non si tratta di stravolgimenti, il bicilindrico parallelo frontemarcia di derivazione RSV4 è confermato nella meccanica, ma grazie a un differente setting dell’software la potenza sale a 100 CV erogati a 10.500 giri/min mentre la coppia massima di 67 Nm viene espressa a 8.500 giri/min; anche se quest’ultimo valore raggiunge il 90% già a 6.250 giri/min. Per dare una connotazione caratteriale diversa – ancora una volta anche rispetto alla RS660 – la rapportatura finale è stata accorciata, sostituendo il pignone da 17 denti della Tuono con uno da 16. A reggere il gioco ci pensa anche un piccolo alleggerimento, ora grazie alla batteria al litio la Factory pesa 181 kg in ordine di marcia.

ELETTRONICA COMPLETA Una delle critiche mosse alla Tuono base era la mancanza, anche come optional, di alcuni gadget elettronici, sulla Factory ora i detrattori non avranno più nulla a cui aggrapparsi. L’apprezzatissimo pacchetto APRC si presenta in versione “Full Optional” sulla Tuono 660 Factory con piattaforma inerziale IMU a 6 assi che è optional sulla versione base. La suite di aiuti elettronici prevede l’anti impennata (AWC), regolazione del freno motore (AEB), mappe motore (AEM), cruise control (ACC), quickshifter bidirezionale (AQS), ABS Cornering multimappa e luci con funzione “bending lights” nel gruppo ottico anteriore full LED. A proposito di quickshifter, sulla Factory è possibile anche rovesciare il cambio in maniera rapidissima.

Aprilia Tuono 660 Factory, l'elettronica è completa grazie all'IMU Aprilia Tuono 660 Factory, l'elettronica è completa grazie all'IMU

COME VA TRA I CORDOLI

A livello ergonomico la Tuono 660 Factory non va a modificare nulla rispetto alla standard, la posizione di guida è di compromesso per l’uso strada/pista, non troppo scomoda su strada ma nemmeno caricata sull’anteriore come ci ha abituato la sorellona Tuono V4 Factory. Tra i cordoli, a dirla tutta, delle pedane più arretrate le avrei viste bene, ma la nuova conformazione di quest’ultime permette di guadagnare qualche grado di angolo di piega… che non fa mai male. Bene anche il piccolo cupolino, non fa miracoli sui rettilinei ma se ci si accuccia bene sul serbatoio un po’ di riparo si riesce a trovarlo.

VEDI ANCHE



Aprilia Tuono 660 Factory in piega con pochissimo sforzo Aprilia Tuono 660 Factory in piega con pochissimo sforzo

FACILE E DIVERTENTE Il bello di una moto come la Tuono 660 è che, rispetto ai missili terra-terra che sono le moderne Supersportive, il rapporto divertimento/fatica gioca a suo favore. Non si ha mai la sensazione di essere in balia delle reazioni della moto, le prestazioni non mettono in difficoltà chi ancora deve prendere fiducia con il mondo dei cordoli ma al contempo sono sufficienti a far divertire chi ha già dimestichezza con i ferri del mestiere. La facilità con cui la Tuono 660 Factory raggiunge la corda è sorprendente, come lo è anche la precisione e l’efficacia, specialmente nei tratti più veloci. Ad esempio il Curvone di Misano, a oltre 200 km/h con il ginocchio che sfiora l’asfalto stabilità e la sicurezza non mancano mai.

PRESTAZIONI ADEGUATE Sì, lo so, i pistaioli più incalliti alla lettura della scheda tecnica inorridiscono a vedere “solamente” 100 CV a disposizione – che sono comunque di più di quelli rimasti disponibili ad alcune 600 spompate di inizio 2000 che ancora circolano nei paddock – ma grazie alla rapportatura accorciata il bicilindrico di Noale acquista più grinta, risolvendo in parte un piccolo neo che avevamo riscontrato durante la prova della Tuono standard. Lo si nota nelle ripartenze dalle curve lente, come i tornatini del circuito di Misano.

ELETTRONICA DA BIG A tal proposito, in questo frangente ho apprezzato il lavoro dell’elettronica sensibile all’angolo di piega. Ho avuto l’opportunità di provare la moto in due differenti configurazioni, con la gomma strada/pista Diablo Rosso IV Corsa e con la slick SC3. Con la prima, ottimo compromesso per chi la moto la userà prevalentemente in strada, il controllo di trazione rilevava delle perdite di aderenza in fase di pick-up tagliando potenza, ma è bastato ridurre l’inclinazione per tornare ad avere la massima spinta. Con le SC3, invece, la Tuono 660 Factory s’è dimostrata una rivale scomoda anche per moto dalle potenze di gran lunga superiori. Merito dell’ottima scorrevolezza a centro curva, fatela correre e il cronometro vi darà ragione.

Aprilia Tuono 660 Factory, avantreno preciso e affilato come un rasoio Aprilia Tuono 660 Factory, avantreno preciso e affilato come un rasoio

COSA MIGLIOREREI A ben vedere, se escludiamo il fisiologico gap di potenza rispetto alle 1000 cc o alle SSP preparate, la Tuono 660 sembrerebbe quasi non avere difetti. In realtà un piccolo gliel’ho trovato dopo averla messa alla frusta tutto il giorno. Il fatto che sia così complice nella ricerca del limite, con il conseguente tentativo di spostarlo sempre un po’ più in alto, espone il fianco a qualche critica per l’impianto frenante. Con una pastiglia più adatta all’utilizzo in pista non ci sarebbero problemi, ma con quelli di serie, ottime su strada, quando in pista si fa sul serio si gradirebbe qualcosa di più performante.

QUANTO COSTA

Aprilia Tuono 660 Factory 2022 Aprilia Tuono 660 Factory 2022

Il trattamento Factory di Aprilia per la cilindrata 660 a quanto viene venduto? Non immaginereste mai, ma a soli 400 euro in più rispetto alla versione standard: 10.990 euro, io dopo aver passato una giornata così divertente in sua compagnia non avrei dubbi su quale scegliere… ovviamente il rovescio della medaglia è che questa Factory non può essere guidata con la patente A2, qualcuno dovrà attendere, ma fidatevi che ne vale la pena.

SCHEDA TECNICA

APRILIA TUONO 660 FACTORY
MOTORE Bicilindrico parallelo, Euro 5
CILINDRATA 659 cc
POTENZA 100 CV a 10.500 giri/min
COPPIA 67 Nm a 8.500 giri/min
PESO 181 kg o.d.m.
Prezzo 10.990 euro

Pubblicato da Danilo Chissalè, 17/06/2022
Gallery
Listino Aprilia Tuono 660
Allestimento CV / Kw Prezzo
Tuono 660 95 / 70 10.590 €
Tuono 660 Factory 100 / 73 10.990 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Aprilia Tuono 660 visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Aprilia Tuono 660
Vedi anche
Logo MotorBox