Autore:
Federico Maffioli

STRATOSFERICO Tom Sykes a Jerez sigla un tempo da vero fenomeno del giro secco e conquista la prima casella in griglia di partenza davanti al suo compagno di squadra Jonathan Rea, secondo a 412 millesimi e in netto miglioramento rispetto a ieri. Inizio positivo anche per Davide Giugliano,  che chiude la prima fila con il terzo miglior crono di giornata a quasi otto decimi dal best lap della Kawasaki numero 66. Dopo l’ottima prestazione di ieri, Alex Lowes schiera la sua Yamaha sulla quarta casella, davanti alla Honda di Nicky Hayden, quinto, e alla Ducati di Chaz Davies, sesto, ma sulla carta il pilota messo meglio sul passo gara. Dopo aver dominato Superpole 1, Jordi Torres piazza la sua Bmw gestita dal team Althea in settima posizione, precedendo Xavi Fores, ottavo e Sylvain Guintoli nono. Chiudono la lista dei piloti in pista durante la Superpole 2 Leon Camier decimo davanti a Michael van der Mark undicesimo e Anthony West dodicesimo a quasi due secondi dal best lap di Tom Sykes.

IMPRENDIBILE Chaz Davies si aggiudica Gara 1, dopo aver dato spettacolo nei primi giri a colpi di sorpassi e tagliando il traguardo in solitaria con oltre tre secondi di vantaggio dalla Kawasaki di Sykes. L’inglese in sella alla Ducati guida una moto matura e oggi molto competitiva e questa per lui è la quarta vittoria nelle ultime cinque gare, di cui tre consecutive. Diverso risultato per Davide Giugliano, partito dalla terza casella, ma in difficoltà dai primi giri e costretto al ritiro per una caduta nelle fasi iniziali.

OBIETTIVO RAGGIUNTO Kawasaki, con il secondo e terzo posto dei suoi due piloti ufficiali, conquista qui a Jerez il Titolo costruttori 2016, ma la festa per il titolo piloti è rimandata alle prossime gare. Tom Sykes arriva secondo e riesce a mettere le ruote davanti al suo compagno di squadra Jonathan Rea, terzo, con il distacco tra i due che resta importante a 44 lunghezze. L’attuale leader in classifica generale, per conquistare matematicamente il Titolo 2016, domani dovrà chiudere con almeno sei punti di vantaggio sulla Kawasaki numero 66, ma visto come è andata oggi, molto probabilmente la festa per l’Iride è una pratica che si chiuderà nell’ultima gara in Qatar.

IN EVIDENZA Le due Honda ufficiali centrano entrambe la top five, con Nicky Hayden quarto ai piedi del podio ed il suo compagno di squadra Michael van der Mark quinto, separati tra loro di circa mezzo secondo. L’americano ex iridato MotoGp allunga le distanze da Giugliano per la quinta posizione in Campionato portandosi a più ventuno punti sull’italiano e a meno trenta sul compagno di squadra. Sesta posizione, invece per Sylvain Guintoli che passa sotto la bandiera a scacchi davanti alla Mv di Leon Camier settimo. Ennesimo nulla di fatto per Alex Lowes, che si fa notare in negativo per l’ennesima caduta, e relativi zero punti, di questo Campionato. Davvero un peccato per la Yamaha numero 22, perché l’inglese sembrava che qui in Spagna potesse ambire al podio. Vedremo domani! 

IN DIFFICOLTA’ Entrambe le Aprilia non riescono ad entrare nelle top ten, con Alex De Angelis che chiude undicesimo gara uno e Lorenzo Savadori addirittura tredicesimo. La moto italiana gestita dal Team Iodaracing è cresciuta molto nelle ultime gare, ma qui a Jerez si trova alle prese con problemi di trazione che costringono entrambi gli italiani a dover cedere posizioni importanti. Meglio di loro le due Bmw gestite dal Team Althea con Jordi Torres che chiude ottavo davanti al compagno di squadra Markus Reiterberger nono, anche loro in difficoltà con le gomme da metà gara in avanti.

COSI AL TRAGUARDO Questo l’ordine di arrivo in gara uno a Jerez in Spagna: 1) Chaz Davies, Ducati; 2) Tom Sykes, Kawasaki; 3) Jonathan Rea, Kawasaki; 4) Nicky Hayden, Honda; 5) Michael van der Mark, Honda; 6) Sylvain Guintoli, Yamaha; 7) Leon Camier, Mv Agusta; 8) Jordi Torres, Bmw; 9) Markus Reiterberger, Bmw; 10) Joshua Brookes, Bmw; 11) Alex De Angelis, Aprilia; 12) Roman Ramos, Kawasaki; 13) Lorenzo Savadori, Aprilia; 14) Anthony West, Kawasaki; 15) Peter Sebestyen, Bmw; 16) Gianluca Vizziello, Kawasaki; 17) Dominic Schmitter, Kawasaki; 18) Larel Pesek, Yamaha; NON CLASSIFICATI: Matthieu Lussiana, Bmw; Alex Lowes, Yamaha; Xavi Fores, Ducati; Davide Giugliano, Ducati; Luca Scassa, Ducati; Saeed Al Sulaiti, Kawasaki. 


TAGS: nicky hayden chaz davies Sylvain Guintoli Davide Giugliano alex lowes jonathan rea tom sykes jordi torres Markus Reiterberger leon camier alex de angelis lorenzo savadori xavi fores luca scassa michael van der marc superbike jerez superpole superbike jerez gara 1 2016 griglia di partenza sbk jerez 2016 pole jerez 2016 sbk superbike sabato jerez 2016