Autore:
Matteo Larini

REA DOMINA Dopo 11 podi di seguito, Jonathan Rea ha battuto la Ducati di Alvaro Bautista nella gara-1 del round di Imola della Superbike. Il campione in carica si è involato in testa grazie al ritiro al primo giro di Chaz Davies, autore della Superpole, che gli ha permesso di dominare e ottenere la settantaduesima vittoria in carriera: Bautista, sempre vincitore fino ad oggi nel 2019, si è dovuto accontentare del secondo posto, davanti alla Kawasaki di Toprak Razgatlioglu.

STOP EGEMONIA Il monocolore Superbike, almeno per adesso, non esiste più. Rea ha nettamente sconfitto il grande rivale Bautista, che poteva vantare un clamoroso 11-0 nei suoi confronti, ma che stavolta deve arrendersi alla Kawasaki del campione in carica, che recupera così punti preziosi per la rincorsa all’iride.

AMAREZZA DAVIES La Superpole era invece stata appannaggio del del terzo incomodo, il gallese Chaz Davies, che è partito bene ma ha dovuto alzare bandiera bianca dopo poche curve, già nel tratto che conduce alla discesa delle Acque Minerali: il motore ha ceduto di schianto, privandolo di una possibile e meritata vittoria: poteva vincere, e invece ha fatto centro Rea, dimostrandosi un martello che ha messo Bautista alla frusta. Lo spagnolo alla fine è dietro di 8 secondi, ma può dirsi comunque soddisfatto della seconda piazza, perché non aveva mai corso ad Imola ed è riuscito a contenere i danni, mantenendo il primato in classifica generale ed un netto vantaggio in classifica (+48). 

KAWASAKI DOPPIO PODIO La Kawasaki completa la grande giornata con il terzo posto del turco Toprak Razgatlioglu, pilota del team Puccetti che ha conquistato il podio superando Michael van der Mark (Yamaha) e Leon Haslam (Kawasaki) in una lotta all'ultimo sangue. Solo sesto Marco Melandri, alle prese con problemi di assetto della sua R1. Settimo Alex Lowes, davanti a Michael Rinaldi, ottavo dopo una qualifica da incubo (la sua moto era andata a fuoco causando l’interruzione del turno). Peccato per il ritiro di Tom Sykes per noie tecniche: fino a quel momento era in terza posizione e avrebbe potuto certamente dire la sua per il podio.

SBK Imola 2019, Race-1: ordine d'arrivo e distacchi

Pos Pilota Moto Distacco
1 J.  REA Kawasaki ZX-10RR  
2  A. BAUTISTA Ducati Panigale V4 R 7.832
3 T.  RAZGATLIOGLU Kawasaki ZX-10RR 19.291
4  M. VAN DER MARK Yamaha YZF R1 19.968
5 L.  HASLAM Kawasaki ZX-10RR 20.111
6  M. MELANDRI Yamaha YZF R1 31.846
7  A. LOWES Yamaha YZF R1 32.024
8  M. RINALDI Ducati Panigale V4 R 34.107
9  L.  ZANETTI Ducati Panigale V4 R 34.814
10 M. REITERBERGER BMW S1000 RR 40.196
11 J.  TORRES Kawasaki ZX-10RR 51.426
12 T.  BRIDEWELL Ducati Panigale V4 R 55.235
13  H. BARBERA Kawasaki ZX-10RR 56.539
14  R. KIYONARI Honda CBR1000RR 1'01.025
15  A. DELBIANCO Honda CBR1000RR

1'27.025

SBK Imola 2019, Superpole: tempi e distacchi

                                   Pilota Moto Tempo Distacco
1 C. DAVIES Ducati Panigale V4 R 1'45.180  
2 J.  REA Kawasaki ZX-10RR 1'45.307 0.127
3 A. BAUTISTA Ducati Panigale V4 R 1'46.081 0.901
4 L.  HASLAM Kawasaki ZX-10RR 1'46.288 1.108
5 A. LOWES Yamaha YZF R1 1'46.306 1.126
6 T.  SYKES BMW S1000 RR 1'46.358 1.178
7 M. REITERBERGER BMW S1000 RR 1'46.599 1.419
8 M. VAN DER MARK Yamaha YZF R1 1'46.794 1.614
9 J.  TORRES Kawasaki ZX-10RR 1'46.844 1.664
10 S. CORTESE Yamaha YZF R1 1'47.073 1.893
11 T.  RAZGATLIOGLU Kawasaki ZX-10RR 1'47.169 1.989
12 M. MELANDRI Yamaha YZF R1 1'47.222 2.042
13 L.  ZANETTI Ducati Panigale V4 R 1'47.418 2.238
14 H. BARBERA Kawasaki ZX-10RR 1'48.254 3.074
15 R. KIYONARI Honda CBR1000RR 1'48.290 3.110
16 T.  BRIDEWELL Ducati Panigale V4 R 1'48.743 3.563
17 M. RINALDI Ducati Panigale V4 R 1'48.783 3.603
18 A. DELBIANCO Honda CBR1000RR 1'49.084 3.820

TAGS: ducati kawasaki marco melandri chaz davies alvaro bautista jonathan rea tom sykes sbk 2019 WSBK 2019