Autore:
Giorgio Sala
Pubblicato il 04/03/2020 ore 18:35

SEMPRE IL SOLITO Da quando Valentino Rossi ha iniziato a correre sono passati 27 anni, ma da quando ha 14 anni c’è una cosa che non cambia mai: la voglia di andare in moto. Durante la sua gloriosa carriera l’amicizia ha giocato un ruolo fondamentale, infatti la sua cerchia di amici stretti è composta da “Albi, Carlo e Uccio” che lo hanno supportato sia dentro sia fuori dalla pista. Il “posto sicuro” di Valentino Rossi è, ovviamente, Tavullia, casa sua. Là può sentirsi sé stesso dato che la gente lo conosce da quando era piccolo, e quindi può vivere meno “stressato”. Rossi, però, non nasconde che anche a Ibiza si trova bene. E come dargli torto…

MotoGP San Marino 2019, Valentino Rossi da Tavullia a Misano sulla Yamaha M1

SEGNI PARTICOLARI All’inizio della sua carriera, Rossi ha sempre voluto dei tratti riconoscibili: il numero 46 prelevato dal padre Graziano, il “Sole e la Luna” come simboli per il casco e il giallo, il colore preferito del Dottore. Importante è stato il ruolo di Aldo Drudi nel corso della carriera, per disegnare i caschi e le tute di Valentino. Rossi è l’unico pilota attualmente nel Motomondiale ad aver gareggiato con le 500 cc, tanto che il passaggio dalla 250 alla “cinquecento” lo considera come uno dei cambiamenti più impressionanti della sua carriera per via della “potenza stratosferica” per via degli oltre 200 CV. Tecnicamente, però, la MotoGP è stato un salto decisamente importante. Ma se chiedete al Rossi 14enne, il suo sogno non era la M1 o la RC211V, ma… lo scooter! Per altri incredibili aneddoti e curiosità su Rossi, guardate il secondo episodio della serie ''Inside The Doctor's Hidden Archive'' che trovate su questo articolo


TAGS: video valentino rossi dainese