Autore:
Giulio Scrinzi

POKER D'ASSI Dopo la prima presa di contatto di fine 2016 a Valencia, i test di fine gennaio a Sepang e quelli di metà febbraio sul sali e scendi di Phillip Island, sono terminate oggi le (poche) giornate previste dal calendario MotoGP per mettere a punto le moto. Una tre-giorni, sotto la notte stellata del deserto qatariano, iniziata con il milgior tempo della Ducati di Andrea Dovizioso e conclusa come in tutte le altre occasioni, con un Maverick Vinales in palla e in grado di abbassare il miglior tempo già fatto segnare nel Day 2. In questo modo, lo spagnolo della Yamaha ha fermato il cronometro sull'1'54''330 e ha portato a termine addirittura 60 giri senza il benchè minimo errore, un segnale molto forte, che lo conferma come uno dei più seri pretendenti al Titolo 2017.

DUCATI A UN BATTITO DI CIGLIA Rispetto alla seconda giornata in cui hanno faticato non poco, le Ducati in questo Day 3 sono riuscite a rimontare alla grande la classifica dei tempi, con Andrea Dovizioso secondo a soli 71 millesimi dal nuovo acquisto della Casa dei Tre Diapason. Ottima la performance anche del suo compagno di squadra, Jorge Lorenzo (+0.189), preceduto di soli 50 millesimi da un ritrovato Daniel Pedrosa (+0.139), comunque in grado di risalire fino alla quarta posizione mentre è stato anche impegnato a testare l'ultima sorprendente noivtà della moto italiana, ovvero il nuovo cupolino creato per cercare di ricreare l'effetto aerodinamico perso dopo il divieto delle tanto criticate alette. Poco più indietro rispetto al cinque volte campione del mondo e neo acquisto di Borgo Panigale, le Desmosedici clienti di Alvaro Bautista (+0.384) e di Scott Redding (+0.420).

RACCHIUSI IN UN FAZZOLETTO Poco dietro a una ipotetica seconda fila tutta Ducati, si piazza un rookie della MotoGP, Jonas Folger (+0.477), anche oggi miglior esordiente di giornata e capace di mettersi alle spalle non solo una vecchia volpe del calibro di Cal Crutchlow (+0.491), ma anche il compagno di squadra e due volte Campione del mondo Moto2 Johann Zarco (+0.570). Come si può notare dai distacchi, tutti e tre i piloti sono racchiusi in pochissimi decimi di secondo, che diventano più importanti per lo spagnolo Marc Marquez (+0.660), solamente decimo per via di tre brutte cadute che ne hanno sicuramente comprmesso il rendimento.

FUORI DALLA TOP TEN Serata sfortunata anche per Valentino Rossi (+0.855), che si è dovuto accontentare della 11esima posizione: il Campione di Tavullia si è anche impegnato girando per ben 54 passaggi, ma non è riuscito a trovare il guizzo giusto per imporre la propria presenza come ha fatto nel Day 2. Continuano le difficoltà per Andrea Iannone (+0.954), oggi in pista con una nuova carena per la sua GSX-RR purtroppo subito distrutta a causa di una caduta. come è successo anche all''Aprilia RS-GP di Aleix Espargarò (+1.121), peggiorato di ben dieci piazze rispetto all'interessante prestazione di ieri. Nessuna novità all'orizzonte, infine, in casa KTM, che piazza sia i due ufficiali Pol Espargarò e Bradley Smith, sia il collaudatore Mika Kallio nelle tre ultime posizioni ad oltre due secondi da milgior crono di Maverick Vinales. 

CLASSIFICA FINALE Qua di seguito la classifica finale combinata della tre-giorni di test ufficiali sul circuito di Losail, in Qatar.

 

PILOTA TEAM TEMPO GAP
1. Maverick Vinales Movistar Yamaha MotoGP 1'54''330  
2. Andrea Dovizioso Ducati Team 1'54''401 +0.071
3. Daniel Pedrosa Repsol Honda Team 1'54''469 +0.139
4. Jorge Lorenzo Ducati Team 1'54''519 +0.189
5. Alvaro Bautista Pull&Bear Aspar Team 1'54''714 +0.384
6. Valentino Rossi Movistar Yamaha MotoGP 1'54''732 +0.402
7. Scott Redding Octo Pramac Racing 1'54''750 +0.420
8. Jonas Folger Monster Yamaha Tech 3 1'54''807 +0.477
9. Cal Crutchlow LCR Honda 1'54''821 +0.491
10. Johann Zarco Monster Yamaha Tech 3 1'54''900 +0.570
11. Marc Marquez Respol Honda Team 1'54''990 +0.660
12. Aleix Espargarò Aprilia Racing Team Gresini 1'55''121 +0.791
13. Andrea Iannone Team Suzuki Ecstar 1'55''284 +0.954
14. Karel Abraham Pull&Bear Aspar Team 1'55''333 +1.003
15. Alex Rins Team Suzuki Ecstar 1'55''362 +1.032
16. Jack Miller Marc VDS Racing Team 1'55''455 +1.125
17. Loris Baz Reale Avintia Racing 1'55''539 +1.209
18. Danilo Petrucci Octo Pramac Racing 1'55''556 +1.226
19. Sam Lowes Aprilia Racing Team Gresini 1'56''167 +1.837
20. Tito Rabat EG 0,0 Marc VDS 1'56''214 +1.884
21. Bradley Smith Red Bull KTM Factory Racing 1'56''351 +2.021
22. Pol Espargarò Red Bull KTM Factory Racing 1'56''471 +2.141
23. Mika Kallio Red Bull KTM Factory Racing 1'56''891 +2.561

 


TAGS: motogp andrea dovizioso daniel pedrosa maveric vinales motogp 2017 test motogp 2017 test qatar motogp 2017 test qatar motogp 2017 day 3