Autore:
Giulio Scrinzi

CAMPIONE A STELLE E STRISCE Anche se si è ritirato dall’attività agonistica nel 1992, Randy Mamola è rimasto una delle personalità di spicco della MotoGP attuale. Iniziata la sua carriera nel 1979, il pilota di San Jose è stato per ben quattro volte vice-Campione del Mondo, arrivando a conquistare un palmares di ben 13 vittorie e 57 podi in totale.

LEGGENDA DELLA MOTOGP Un bottino che gli varrà il prossimo weekend del 20-22 aprile l’entrata di diritto nella Hall of Fame della MotoGP, grazie alla quale diventerà una vera Leggenda del motociclismo. Questa cerimonia avrà luogo in Texas in occasione del GP delle Americhe, su quel circuito di Austin che è diventato praticamente la sua seconda casa.

RANDY MAMOLA A tal proposito, ecco qual è stata la reazione di Randy Mamola: “Questo è un premio che non mi aspettavo! Quando mi hanno chiamato l’ho detto subito a mia moglie e a mio figlio ed erano davvero felici per me. La MotoGP è la mia vita e sono rimasto nel paddock per 39 anni. Ho visto molte cose da quando ho cominciato, a 19 anni, ed è un onore far parte di un così importante gruppo di piloti. Spero di ripagare questo riconoscimento con il mio lavoro nel paddock. Penso di essere il primo non-Campione del Mondo a diventare una Leggenda, ma questo rimarca anche il fatto che sei sempre ambasciatore per questo sport, che tu abbia vinto il titolo oppure no”.


TAGS: motogp motogp 2018 randy mamola randy mamola motogp randy mamola leggenda motogp randy mamola hall of fame motogp