Autore:
Simone Valtieri

MARQUEZ VS LORENZO Tra i più succulenti motivi di interesse del Mondiale 2019 della classe MotoGP c'è senza dubbio la sfida interna tra i due più forti piloti della storia motociclistica spagnola, racchiusi sotto lo stesso tetto del box Honda HRC proprio a partire dalla stagione che inizierà il 10 marzo prossimo a Losail. La sfida tra Marquez e Lorenzo, i due assi iberici del motociclismo, ha vissuto di prequel epici, come quello andato in scena al Mugello nel 2016, ma mai abbiamo assistito a un confronto ad armi pari tra i due piloti che si sono spartiti gli ultimi sette titoli della classe MotoGP (5 Marc, 2 Jorge).

LORENZO SENZA PAURA Il confronto, diviso tra i 19 round del mondiale, andrà finalmente in scena nel 2019, e i due protagonisti stanno prendendo le misure del rivale, intanto con le parole. Il primo a parlare è stato Jorge Lorenzo, che scaduto l'embargo Ducati ha elogiato i pregi del nuovo compagno, aggiungendo però: "Marquez ha dominato negli ultimi anni, ma sono riuscito a strappargli il titolo 2015, anche se di poco. Dovrò lavorare al massimo per vincere il mio sesto mondiale e cambiare lo stile di guida perché ogni moto lo richiede."

NESSUNA SCUSA Marquez dal canto suo, ha concesso un'intervista al sito ufficiale della MotoGP, rispondendo di non aver paura di Lorenzo ma mettendo anche un po' le mani avanti: "L'arrivo di Lorenzo è importante per la Honda, al mio fianco preferisco avere uno dei migliori piloti che un pilota qualunque, e se dovessi perdere non ci saranno scuse. Se hai due piloti forti il potere va conquistato in pista, dovrò convincere il box che sono il migliore e farlo pendere dalla mia parte. Non so se sarà veloce da subito, sin dalla prima gara, ma so di per certo che presto o tardi sarà velocissimo, la Honda è diversa dalla Ducati, ma credo che possa calzare meglio al suo stile. Vedremo."


TAGS: jorge lorenzo marc marquez honda hrc Marquez Lorenzo