Autore:
Matteo Larini

MARQUEZ DOMINA Il centauro della Honda ha letteralmente dominato il Gran Premio di Germania, dimostrandosi ancora una volta il più forte del gruppo: i punti di vantaggio su Dovizioso, secondo nel mondiale, sono diventati 58, e la Ducati non sembra più la moto fortissima delle prime gare o dello scorso anno. Recuperare terreno sarà quindi difficile, e Marquez sembra avviato a vincere il titolo iridato, nonostante manchino ancora dieci Gran Premi alla conclusione.

HONDA MIGLIORE Marc Marquez è ovviamente soddisfatto del risultato ottenuto ed ammette che la gara ha rispettato la strategia pianificata prima del via. L'iberico ha poi rivolto un pensiero speciale al fratello, vincitore in Moto2 nonostante ieri fosse in Q1 in qualifica: "Strategia perfetta, forse la partenza non è stata delle migliori ma poi già alla prima curva ero in testa. Dobbiamo essere contenti. L'idea era di fare due giri più lenti per poi spingere, ed è quello che ho fatto, abbiamo seguito la strategia ed ho ampliato il distacco con gli altri piloti, lì mi sono sentito davvero fiducioso nei confronti della moto e delle gomme scelte. Sono molto felice per mio fratello per la sua vittoria, so che aveva avuto dei problemi in questa pista ma entrambi andiamo in vacanza sereni e contenti di questi risultati. Al via ho rischiato, perché qui se sono dietro non mi concentro, ma a volte bisogna rischiare, la strategia era quella giusta e qui la Honda era migliore".

VINALES SECONDO Dopo la grande vittoria dello scorso Gran Premio, Maverick Vinales ha ottenuto un altro risultato di rilievo in Germania, dimostrando la grande crescita della Yamaha. Lo spagnolo è contento di quanto fatto anche alla luce del cambiamento di condizioni della pista dopo la pioggia: "Una gara difficilissima, stamani già ho iniziato a sentire un po' di calo, dopo la pioggia la pista si stava asciugando quindi sapevamo che la gara sarebbe stata molto dura e difficile. Sapevo che la gomma dura mi avrebbe dato qualcosa in più negli ultimi giri, ho fatto il meglio e sono onestamente contento, abbiamo lavorato bene. Questo weekend è iniziato benissimo, poi ci sono stati intoppi ma devo ringraziare il team che ha fatto un lavoro eccellente, grazie per tutti gli accorgimenti: il nostro obiettivo era restare nelle posizioni di testa. Possiamo fare un grande lavoro nelle prossime corse, sono davvero contento di tutto".

CRUTCHLOW SUL PODIO Al diciottesimo podio in carriera in MotoGP e secondo della stagione, il britannico Crutchlow è ovviamente soddisfatto di quanto fatto, anche perché fino a poche tornate dalla conclusione era in lizza per la seconda piazza. Cal non nega la sua felicità nel dopo-gara: "La scorsa settimana abbiamo fatto bene così come a Barcellona, non ci sono stati errori negli ultimi GP, ed anche oggi mi sono comportato bene: la squadra ha fatto un grandissimo lavoro anche sul ritmo e sul setting. Sono stato quarto e poi terzo, sono molto contento del podio. So che Maverick guidava benissimo, ho provato a stargli vicino ma poi ho fatto un piccolo errore: sono contento per il suo secondo posto, peccato per l'errore altrimenti sarei stato in lotta fino all'ultimo giro, ma sono comunque contentissimo".


TAGS: yamaha honda motogp marquez vinales motogp 2019 Crutchlow GermanMotoGP 2019