Autore:
Federico Maffioli

SELEZIONE ALL’INGRESSO In Francia, tra Venerdì e Sabato mattina, le condizioni meteo sono state abbastanza varie, con la pioggia e le basse temperature che, dopo le FP1, hanno un po’ mischiato le carte, costringendo al primo turno di qualifiche tanti piloti ufficiali e, in generale, piloti solitamente qualificati per le Q2. La prima sessione di qualifiche, quindi ha visto in pista tutte e due le Ducati Ufficiali, con Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo (quest’ultimo particolarmente in difficoltà e stazionario nelle ultime posizioni in tutti i turni di libere), la Honda di Dani Pedrosa e la Suzuki di Andrea Iannone. Stesso discorso per le due Yamaha del Team Tech 3 di Jonas Folger e Johnaa Zarco, e la terza Ducati Desmosedici GP17 guidata da Danilo Petrucci. Tanti nomi eccellenti, che si sono dovuti giocare le ultime due posizioni disponibili per le Q2, conquistate alla fine del turno da Andrea Dovizioso e Johann Zarco in condizioni di pista asciutta.

REAZIONE Dopo l’ultima gara a Jerez, in cui le due Yamaha ufficiali erano particolarmente in difficoltà, sul rinnovato asfalto francese sono stati Maverick Vinales (1.31.994) e Valentino Rossi (1.32.100), rispettivamente primo e secondo in griglia domani e separati da poco più di un decimo, a girare con i tempi migliori delle qualifiche. Le condizioni della pista, durante le Q2 sono state di asciutto, e il tanto grip offerto dal nuovo manto di questo tracciato hanno sicuramente aiutato a nascondere un po’ i problemi di assetto evidenziati in Spagna due settimane fa. La gara di domani, quindi, ci darà un quadro più preciso dell’effettivo recupero della moto di Iwata 2017.

GARA DI CASA Johann Zarcò, fresco del rinnovo di contratto anche per l’anno prossimo, chiude la prima fila del GP di Le Mans, piazzandosi terzo sul circuito di casa in sella alla Yamaha del Team Tech 3. Dopo le Q2, quindi, ci saranno tre Yamaha davanti a tutti, segno di una buona competitività per la Casa giapponese in queste condizioni, dimostrata anche nei turni di libere sul passo di gara.

SECONDA FILA Cal Crutchlow apre la seconda fila di domani con il quarto tempo, distaccato di 306 millesimi dal miglior crono di oggi e più veloce di 193 millesimi rispetto a Marc Marquez, quinto sulla Honda ufficiale, protagonista anche di due cadute, di cui una nelle fasi iniziali delle Q2. Sesto tempo, invece per Andrea Dovizioso, che dopo aver dominato le Q1, chiude la seconda sessione di qualifiche a 732 millesimi dalla pole di oggi. Per tutti e tre, al di la dei tempi sul giro lanciato, bisognerà vedere domani in gara come sarà il loro passo, perché le sorprese potrebbero non mancare, prima tra tutte, proprio le condizioni meteo, previste asciutto, ma ancora non al cento per cento.

MIGLIOR PIAZZAMENTO Dopo una caduta nelle Q2, Scott Redding, in sella alla Ducati GP16 del Team Pramac, conquista a Le Mans la settima posizione a 1,125 secondi da Vinales, aprendo una terza fila popolata da Pol Espargarò, ottavo sulla Ktm ufficiale e Karel Abraham, nono sempre con Ducati, ma quella gestita dal team Aspar. Con tanti nomi importanti rimasti fuori dalle Q2, la Ktm ufficiale conquista qui il suo miglior piazzamento dell’anno, confermata anche dal decimo tempo del suo compagno di squadra Bradley Smith.

OCCASIONE MANCATA Jack Miller, dopo aver chiuso i primi due turni di libere con il miglior tempo, oggi non riesce ad andare oltre all’undicesimo tempo in qualifica, complici anche le cadute di oggi, di cui una molto spettacolare nelle FP4 e, fortunatamente, senza conseguenze per il pilota australiano. Loris Baz, infine, chiude la quarta fila con il dodicesimo tempo di oggi a 1,961 secondi dal tempo della pole di oggi.

ESCLUSI DI LUSSO Il quinto appuntamento dell'anno ci parla quinti di alcuni piloti ufficiali esclusi dalle prime quattro file della griglia di partenza, primi tra tutti Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo, che domani dovranno cercare di recuperare più posizioni possibili su un tracciato stretto in cui è difficile sorpassare. Inizio negativo anche per Andrea iannone e Danilo Petrucci, rispettivamente in diciasettesima e diciannovesima posizione.

GRIGLIA DI PARTENZA Questo l’ordine di partenza della MotoGP nella gara di domani a Le Mans: 1) Maverick VIÑALES, Yamaha 1.31.994; 2) Valentino ROSSI, Yamaha 1.32.100; 3) Johann ZARCO Yamaha 1.32.229; 4) Cal CRUTCHLOW, Honda 1.32.300; 5) Marc MARQUEZ, Honda 1.32.493; 6) Andrea DOVIZIOSO, Ducati 1.32.726; 7) Scott REDDING Ducati 1.33.119; 8) Pol ESPARGARO, Ktm 1.33.399; 9) Karel ABRAHAM, Ducati 1.33.517; 10) Bradley SMITH, Ktm 1.33.629; 11) Jack MILLER, Honda 1.33.756; 12) Loris BAZ, Ducati 1.33.955; 13) Dani PEDROSA, Honda 1.32.415; 14) Alvaro BAUTISTA, Ducati 1.32.484; 15) Jonas FOLGER Yamaha 1.32.695; 16) Jorge LORENZO, Ducati 1.32.830; 17) Andrea IANNONE, Suzuki 1.32.844; 18) Aleix ESPARGARO Aprilia 1.33.187; 19) Danilo PETRUCCI, Ducati 1.33.231; 20) Hector BARBERA, Ducati 1.33.233; 21) Sam LOWES, Aprilia 1.33.817; 22) Tito RABAT, Honda 1.33.875; 23) Sylvain GUINTOLI, Suzuki 1.34.082.


TAGS: valentino rossi jorge lorenzo andrea dovizioso cal crutchlow jack miller marc marquez maverick vinales bradley smith pol espargaro scott redding loris baz karel abraham dani pedrosa johann zarco motomondiale 2017 motogp le mans 2017 motogp francia 2017 qualifiche motogp le mans 2017 griglia di partenza motogp le mans 2017