Pubblicato il 07/05/20

MOTOGP COME F1 Si intensificano le trattative della Dorna con gli organizzatori dei vari al fine di recuperare quante più gare possibili del Motomondiale e di far partire la stagione quanto prima, in sicurezza. Si fa largo perciò anche nel mondo delle due ruote, l'ipotesi di disputare due gare in due weekend consecutivi, che è stata lanciata dalla Formula 1. E se le quattro ruote sono già in fase avanzata su questo fronte, con due doppi GP che dovrebbero lanciare il campionato a luglio tra il Gran Premio d'Austria al Red Bull Ring di Spielberg e quello di Gran Bretagna a Silverstone, si inizia in questi giorni a parlare di un doppio GP di Spagna da disputare sulla pista Angel Nieto di Jerez de la Frontera.

TRIS MOTOGP E SUPERBIKE Carmelo Ezpeleta, CEO della Dorna, la società che gestisce i campionati del Motomondiale e della Superbike, ha ricordato a più riprese come si sta tentando di mettere in piedi un calendario le cui prime gare saranno sicuramente a porte chiuse, e Jerez non farà eccezione a questa regola, imposta dalla situazione sanitaria globale derivante dalla diffusione del Coronavirus Covid-19. A parlarne è stato il sindaco della cittadina andalusa, Mamen Sanchez, che sul quotidiano Diario de Jerez ha rivelato le trattative con la Dorna per disputare due due GP a Jerez, mantenendo anche il round della Superbike: ''Una buona offerta che non possiamo rifiutare'' sono state le parole con cui il sindaco ha risposto a una domanda del giornalista sulla questione.

AGGIORNAMENTO Nella mattina del 7 maggio la Dorna ha comunicato il raggiungimento dell'accordo con il Governo Regionale dell'Andalusia: Jerez dovrebbe ospitare due gare del Mondiale MotoGP in data 19 e 26 luglio, e la tappa della Superbike la domenica successiva, il 2 agosto: ora la palla passa al Governo Spagnolo.


TAGS: motogp carmelo ezpeleta Jerez de la Frontera MotoGP 2020 Coronavirus CoViD-19